Carrara: Dante e Saturno

 

 
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Questo venerdì, 25 maggio, alle ore 21,15, l’appuntamento presso il Planetario comunale “A. Masani” di via Bassagrande, a Marina di Carrara, si aprirà con una lezione, aperta a tutti, dedicata  all’astronomia nell’opera di Dante Alighieri. In modo particolare nel suo capolavoro, la “Divina Commedia”, il nostro maggior poeta, nonché “creatore” della lingua italiana, inserisce volutamente tutta la cultura, la teologia, la scienza del suo tempo; nello specifico sono oltre un centinaio i passi o i riferimenti di carattere astronomico sparsi qua e la nei 100 canti di Inferno, Purgatorio e Paradiso. Alcuni di essi saranno analizzati nel corso della prima parte dell’incontro: si spiegheranno i fenomeni e le situazioni astronomiche descritte da Dante, per poi confrontarle con le conoscenze astronomiche di allora e quelle odierne, e col cielo come appare sotto la cupola del planetario (cui è dedicata, come d’abitudine, la seconda parte della lezione al planetario). Al termine, meteo permettendo, si passerà all’osservazione diretta nel cielo, ad occhio nudo ed al telescopio, degli oggetti astronomici visibili, in questo periodo. Fra di essi, in modo particolare il pianeta Saturno. In molte parti d’Italia si terrà venerdì e sabato l’iniziativa “Occhi su Saturno”, in occasione dei 300 anni dalla morte di Gian Domenico Cassini, astronomo del ‘600, nato a Perinaldo (SV) e divenuto, negli ultimi 40 anni della sua vita,  il primo direttore dell’Osservatorio astronomico di Parigi. A Cassini si devono scoperte astronomiche quali 4 satelliti di Saturno, la scoperta della “divisione di Cassini” che divide in due gli anelli di Saturno, nonché le osservazioni dei satelliti Giove che portarono poi un suo assistente (Ole Roemer) a misurare nel 1676, con un valore assai vicino alla realtà, la velocità della luce. Per ulteriori informazioni sugli altri incontri e sulle attività del Planetario, nonché per le prenotazioni, si ricordano i recapiti: segreteria telefonica e sms 333/1731533, e sito internet del planetario stesso:http://www.planetariocarrara.it Il GAM coglie occasione per ricordare che, da giugno a settembre, gli appuntamenti del venerdì al planetario avranno cadenza settimanale, mentre sono iniziate le osservazioni pubbliche in tutto il territorio provinciale. Le prossime saranno nelle serate dal 27 al 30 maggio, presso la Casa delle Culture (ex deposito CAT in via Bassa Tambura) a conclusione dei percorsi didattici promossi dall’Assessorato all’Istruzione del comune, e che han visto 17 classi 25 classi aderire a percorsi diversificati di astronomia.

Nell’immagine, Saturno in una foto del socio GAM Paolo Lazzarotti. E’ evidente la divisione di Cassini che separa l’anello A dall’anello B di Saturno

quotidianapuano


Lascia un Commento