Siena: Cibo senza valigia


 

La provincia di Siena, per far conoscere i prodotti del proprio territorio e valorizzare la filiera corta, ha promosso il progetto “Cibo senza valigia”, che è stato realizzato nel corso dell’anno scolastico in cinque classi delle scuole primarie di Castelnuovo Berardenga, Monteriggioni, Murlo, Pienza e Sinalunga, dove sono stati tenuti laboratori didattici e incontri con esperti.

I laboratori sono stati organizzati grazie alla collaborazione della Cooperativa Aranciablù e dell’Associazione Erbandando: durante il primo incontro, i bambini, insieme agli operatori dell’associazione, hanno approfondito la conoscenza di alcuni prodotti agro-caseari calandosi nei panni di piccole aziende agricole e scegliendo, fra diverse opzioni, come ottenere prodotti di alta qualità e sostenibili per l’ambiente.

Nel secondo incontro, hanno potuto “toccare con mano” vari prodotti locali come il pane, la pasta fresca, la frutta, la verdura e i legumi, mentre nel terzo e ultimo laboratorio hanno scelto un argomento o un alimento di filiera corta toscana e lo hanno studiato e approfondito producendo dei lavori. “Il progetto “Cibo senza valigia”  ha registrato grande entusiasmo e partecipazione da parte dei piccoli alunni delle scuole coinvolte nella prima edizione sperimentale – ha dichiarato l’assessore allo sviluppo rurale della provincia di Siena, Anna Maria Betti - Grazie a questa iniziativa ludica e didattica, i bambini hanno potuto capire che la ‘valigia’ rappresenta non soltanto la distanza, a volte enorme, che un cibo può percorrere per arrivare alla nostra tavola, ma anche il suo peso sull’ambiente, l’impatto costituito dai metodi di coltivazione, di allevamento e di trasformazione degli alimenti. Nei laboratori hanno capito, divertendosi, il valore della filiera corta e nella giornata conclusiva, insegneranno agli adulti, a partire dai loro genitori, tutto quello che hanno appreso durante il progetto».

La giornata conclusiva del progetto è prevista per sabato 26 maggio, dalle ore 9 alle ore 13, presso il Tartarugone, in Piazza del Mercato a Siena, con un’iniziativa dove gli alunni presenteranno i lavori realizzati durante i laboratori. Alle ore 11 i ragazzi faranno merenda a base di prodotti di filiera corta, prima delle premiazioni che chiuderanno l’appuntamento.  «I bambini e la scuola sono fondamentali per promuovere stili di vita, a partire dall’alimentazione, sani per noi e per l’ambiente che ci circonda e la provincia di Siena vuole continuare a lavorare su questa strada, che conta già altri progetti, tra cui l’inserimento di olio di produzione locale nelle mense scolastiche e di altri prodotti di filiera corta sulle tavole dei nostri ragazzi» ha concluso Betti.

greenreport

 

Lascia un Commento