Vernio (PO): La Festa della Miseria

Ha 433 anni ma non li dimostra“La Festa della polenta” , chiamata anche “Festa della Miseria” e “Pulendina”, una delle più antiche manifestazioni storiche italiane e organizzata dalla Società della Miseria, dal Comune di Vernio con il sostegno della Provincia di Prato e della Comunità Montana Val di Bisenzio e il patrocinio della Regione Toscana.
Questa manifestazione ricorda la carestia del 1512 causata in Val di Bisenzio dai saccheggi delle truppe mercenarie spagnole dirette a Prato e poi Firenze.
Le popolazioni stremate furono oggetto della generosità dei conti Bardi che distribuirono ai loro sudditi i polenta di castagne, aringhe e baccalà.
Dalla fine del XVI secolo la manifestazione si celebra la prima domenica di Quaresima (anticamente il mercoledì delle Ceneri) sulla piazza di San Quirico di Vernio di fronte al Casone, oggi sede del Palazzo Comunale.
In più oggi è diventata anche un modo per celebrare uno dei piatti tipici della Val di Bisenzio, la polenta dolce di castagne, mentre agli stand allestiti nelle vie del paese potranno essere degustati altri prodotti tipici realizzati con l’impiego della farina dolce: i nicci, il castagnaccio e le frittelle dolci.
Al corteo storico, che si svolgerà a partire dalle ore 9,30, parteciperanno circa 700 figuranti provenienti da tutta la Toscana. In testa, nelle vesti del conte e della contessa Bardi, ci saranno quest’anno il sindaco di Vernio Paolo Cecconi e la Presidente della Commissione della Regione Toscana Cultura Ambra Giorgi insieme al Presidente della Società della Miseria Piero Sarti.
Sfileranno poi il Gruppo storico Conti Bardi con dame e cavalieri, musici, armigeri, il Corteggio Storico Valletti del Comune di Prato, quello del Calcio Storico Fiorentino, della Giostra del Saracino di Arezzo e della Giostra dell’Orso di Pistoia, il Gruppo Storico dell’Antico Gioco del Ponte di Pisa, la Giostra del Saracino di Sarteano (Siena), il Corteo Storico del Palio Marinaro dell’Argentario (Gr), il Gruppo Storico della Provincia di Prato, l’associazione storica e culturale “Città di Prato”, e poi i gruppi “Giostra della Stella” di Bagno a Ripoli (Firenze), “Scannagallo” e quello di Montemurlo, i rappresentanti della Federazione Nazionale Giochi Storici, e la Filarmonica G. Verdi di Luicciana.
Dopo il Corteggio Storico in Piazza del Comune a San Quirico davanti a Palazzo Bardi alle 12.30 si svolgerà la lettura della Pergamena con l’editto in cui i Conti Bardi offrivano aiuto alle popolazioni e subito dopo la distribuzione gratuita delle porzioni di polenta dolce, aringhe e baccalà che proseguirà anche nel pomeriggio.
Sono anche previsti alcuni eventi collaterali che si svolgeranno nei giorni precedenti. Venerdì 27 febbraio alle 17.30 nel Casone dei Bardi a San Quirico presentazione del volume “Inventario dell’Archivio della Compagnia di S. Niccolò di Bari”, sabato 28 febbraio alle 10 visita guidata alla Rocca di Vernio e alle 21 nella chiesa Parrocchiale S. Leonardo di San Quirico concerto corale del Choeur de Senones (Fr) e del Coro di Montepiano.
Una iniziativa organizzata per rafforzare il gemellaggio tra Vernio e questa cittadina francese Anche gli altri due comuni gemellati con Vernio, quello belga di Marchin e quello tedesco di Jettingen saranno presenti con le proprie delegazioni alla manifestazione.
Per informazioni Ufficio Cultura del Comune di Vernio tel. 0574.931011 o Società della Miseria tel.331.9819407.

Vernio (PO): La Festa della Miseriaultima modifica: 2009-02-26T16:16:40+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento