Portoferraio (LI): L’assessore regionale Bertolucci sulle potenzialità della Toscana marittima

“Intensificare la competitività della Toscana vuol dire recuperare il valore strategico della sua presenza nel Mediterraneo, rendendo concorrenziali quelli che sono i suoi motori di sviluppo, dall’industria della nautica con i bandi di filiera al turismo, dalla pesca e acquacultura al sistema portuale in corso di potenziamento”. Sono questi gli obiettivi dell’Agenda annuale della Toscana del mare, che l’assessore regionale al Bilancio e al coordinamento delle politiche del mare Giuseppe Bertolucci ha illustrato ieri a Portoferraio nel suo intervento di apertura agli Stati generali dell’Elba. “Ma sono strategici – ha proseguito l’assessore – anche gli altri due filoni, quello della tutela dell’ecosistema marino e della promozione della qualità della vita nelle aree costiere che centra l’attenzione sui bis ogni dei cittadini della costa e delle isole cercando di fornire risposte adeguate, in modo da incrementare e ottimizzare i servizi esistenti, ma anche offrendo nuove occasioni in ambito culturale”.

E’ proseguito dunque il confronto sui problemi e sulle prospettive dell’insularità, che ha avuto tra le sue tappe più significative, proprio all’Elba, la prima Conferenza europea delle isole minori del maggio 2008, dove sono state poste le basi per il consolidamento della cooperazione ed integrazione tra le isole mediterranee ed europee. “In questo confronto – ha detto ancora l’assessore Bertolucci – la Consulta della Toscana del mare, l’organismo consultivo di raccordo tra la regione e le istituzioni locali di cui la Toscana si è dotata l’anno scorso, si propone come luogo naturale dove Comuni e parti economiche e sociali di tutto l’arcipelago possono affrontare le questioni del mantenimento e sviluppo dei servizi essenziali, a partire dai trasporti marittimi e dai collegamenti con le isole (a fine gennaio il comitato di coordinamento si è occupato del difficile passaggio di gestione del servizio della Toremar)”.

L’utilizzo della Consulta come momento di sintesi ai vari livelli, regionale, provinciale e comunale, e come sede del confronto su tematiche specifiche con il coinvolgimento a tutto campo degli operatori del territorio è già stato sperimentato proprio nel corso di questa settimana a proposito del Programma operativo transfrontaliero Italia-Francia marittimo, cui è stata dedicata una apposita seduta di approfondimento che si è conclusa con la decisione di valutare in incontri specifici i temi ritenuti prioritari:nautica e porti turistici, parchi e risorse ambientali, e risorse rurali e marine.

 

Portoferraio (LI): L’assessore regionale Bertolucci sulle potenzialità della Toscana marittimaultima modifica: 2009-03-29T15:59:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento