Siena: Telespot per il pronto soccorso ( ma paga Pantalone)

Chi guarda la televisione vede spot che pubblicizzano auto, moto, biscotti, telefonini e perfino carta igienica, ma è la prima volta che ci imbattiamo nella pubblicizzazione del pronto soccorso.
Sì, avete letto bene. Anzi, quasi bene, perchè il filmato che dovrà essere realizzato è “sull’umanizzazione dell’accoglienza del pronto soccorso della Toscana”. Il bando di gara è stato pubblicato dall’Estav sud-est, l’ente voluto dalla Regione Toscana per “lo svolgimento delle funzioni tecniche, amministrative e di supporto alle aziende sanitarie”.
Il bando di gara è stato pubblicato sui giornali e c’è scritto che per la realizzazione la spesa prevista è di 500mila euro. Avete letto bene: cinquecentomila euro per realizzare un filmato sui pronto soccorso della Toscana. Si presume su quelli degli ospedali delle province di Siena, Arezzo e Grosseto, il territorio di cui si occupa l’Estav sud-est. La somma destinata per il filmato è impressionante. Ma vi pare giusto che un ente pubblico spenda mezzo milione di euro, un miliardo delle vecchie lire, per pubblicizzare i pronto soccorso dove i “clienti” sono costretti ad andare anche senza il richiamo persuasivo degli spot?
 Forse si vuol far sapere che presto troveremo le hostess? Va bene, ma 500mila euro è una somma che in tempi di vacche magre la Regione Toscana poteva indirizzare verso altri settori. Forse era una somma da investire nella stessa sanità per l’acquisto di attrezzature. Insomma si poteva fare di meglio. Che ne pensa il sindaco Maurizio Cenni, presidente della conferenza dei sindaci? Che ne pensano i consiglieri regionali Alberto Monaci, Alessandro Starnini, Rosanna Pugnalini del Pd e Angelo Pollina del Polo delle libertà? L’argomento meriterebbe un’interrogazione parlamentare al ministro della sanità. Eppure l’Estav era nato per diminuire i costi. Dovrebbe servire per l’approvvigionamento di beni e servizi; la gestione dei magazzini e della logistica; la gestione delle reti informative e delle tecnologie informatiche; la gestione del patrimonio per le funzioni ottimizzabili in materia di manutenzione, appalti e alienazioni; l’organizzazione e gestione delle attività di formazione del personale; la gestione delle procedure concorsuali per il reclutamento del personale; la gestione delle procedure per il pagamento delle competenze del personale.
Ora l’Estav si è messo a produrre filmati tv. Se volete saperne di più chiamate il dipartimento acquisizione beni e servizi del’Estav (0577-585560). Invia il tuo commento a corrsiena@edib.it

Stefano Bisi per Corrieredisiena

Siena: Telespot per il pronto soccorso ( ma paga Pantalone)ultima modifica: 2009-04-25T12:52:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento