Fucecchio (FI): FO.FU. Phot’Art 2009



Fucecchio, città situata nel cuore della Toscana, anche per quest’anno si riconferma centro di rilievo per l’arte della fotografia nell’accogliere la quinta edizione del FOFU phot’art.
Una manifestazione creata nel 2005 dal FotoClub Fucecchio con il patrocinio e il contributo del comune, che si è inserita in modo deciso tra i più importanti nuovi foto festival della nazione. La ricerca degli artisti più all’avanguardia, le moderne installazioni sapientemente inserite in una suggestiva location medievale e la varietà di linguaggi espressivi presenti, sono le prerogative di questo successo. Il Fucecchio Foto Festival è dedicato ad un pubblico non solo di esperti, ma a tutti coloro che curiosamente vogliono guardare il mondo da diverse prospettive, attraverso gli occhi di chi, con una fotografia, va ben al di là di una semplice riproduzione della realtà.
L’evento 2009 sarà caratterizzato da una forte impronta internazionale, con ben 5 autori stranieri, tutti molto giovani e con un curriculum di tutto rispetto.
L’organizzazione del FOFU 2009 spetta al Foto Club Fucecchio così come la direzione artistica, sotto la guida di Luca Palatresi con Fabio Montanelli, Luca Federici e Luca Agrestini.
Il Foto Club Fucecchio è un’associazione culturale attiva sul territorio dal 1995. Da sempre volta alla libera espressione si propone di aggregare coloro che vogliono vivere attivamente l’arte fotografica. Da segnalare il corso fotografico annuale che il FCF organizza dal 1998 con un grande successo e che quest’anno si terrà a partire da novembre per una durata di circa 30 ore.

Gli Autori:

Romain Laurent: noto fotografo pubblicitario arriva dalla Francia. Con il suo stile ironico, spesso assurdo e surreale, i suoi lavori hanno presto raggiunto fama internazionale; aziende come Epson, Micrisoft, Coca Cola, Nissan e molte altre non hanno voluto rinunciare a collaborare con questo eccellente fotografo. Sarà presente con “Tilt” dove nella cornice di New York ritrae insolite visioni di abitanti del nostro tempo.

Antonio Gesmundo: si presenta con “Inside Africa“. Nato professionalmente a Torino presto viene attratto dalle potenzialità espressive della fotografia, utilizzandola per esplorare le forme del mondo e proporre una personale visione della bellezza.
Nel 2006 la sua prima mostra personale, presentazione di un portfolio di immagini tratte da una serie di still life floreali realizzati con pellicola Polaroid in bianco e nero di grande formato (10×12 cm). Per questo lavoro ottiene l’assegnazione del premio Polaroid Italia 2005 e diversi riconoscimenti internazionali.
Nel 2007 intraprende un viaggio in Kenya, spinto dal desiderio di avvicinarsi al mito dell’Africa e del suo mondo primitivo. La sintesi di quella esperienza è rappresentata nelle immagini selezionate per il suo primo libro.
Inside Africa segue in modo naturale la ricerca sulle forme e gli elementi del paesaggio, sviluppata negli anni precedenti nel corso di viaggi in Italia, Europa, Islanda e Stati Uniti.
Utilizza principalmente banchi ottici di grande formato e fotocamere di medio formato, prevalentemente con pellicole negative in bianco e nero, ancora sviluppate e stampate con metodi artigianali.

Nato in Repubblica Ceca nel 1973, Michal Novotny attualmente vive e lavora a Praga. Già all’età di diciannove anni inizia la sua carriera di foto reporter nelle zone di guerra dell’ex Yugoslavia; negli anni successivi documenterà i principali eventi internazionali collaborando con le più importanti riviste del mondo come The New York Times, GEO, Time, Stern, DAYS JAPAN, Focus, L’Expres, L’Equipe and El Mundo magazines.
Al FOFU phot’art.2009 si presenterà con “Kusti, Indian Wrestling” reportage che coglie l’atmosfera di una “palestra” indiana dove gli atleti trasmettono determinazione, carica di volontà e passione, tipiche di quelle rappresentazioni locali, estranee alle logiche di business della società moderna.

Javier Tles, divide la sua carriera tra fotografia pubblicitaria di alto livello e Fine Art. Proveniente da Barcellona è un giovane promessa della fotografia spagnola e non solo. Al FOFU phot’art.2009 si presenta con “Vias” lavoro composto da una serie di edifici abbandonati appartenuti alla borghesia catalana (classe che guidò la società sia dal punto di vista ideologico che culturale). L’autore descrive così il suo “Vias”: “…..Uno sguardo perspicace permette di fare supposizioni su ciò che un tempo occupò ogni angolo e cornice, muro, arazzo, tetto e modanatura, fessura e grata, ricordandoci che esistono due storie: quella che è stata e quella che successivamente interpreta quella che è stata”.

Christopher La Marca, si presenta con “Offshore oil drilling: in Alaskal” reportage presentato in dittici riguardanti l’estrazione del petrolio in Alaska dove il contrasto tra l’immensità della natura e l’arroganza del uomo coglie in pieno lo spirito dell’autore, da sempre attento alla sensibilizzazione della tematica ambientale, soprattutto degli U.S.A. La Marca ha infatti precedentemente dedicato la sua attenzione alla deforestazione delle foreste dell’ Oregon, come documentato dallo splendido reportage dal titolo “Forest Defenders”, consultabile sul sito personale dell’autore.

Balasz Borocz, scatta foto da circa quindici anni, arriva da Budapest. Dopo vari anni di studi sotto la Kerekes Gabor e la Staler Gyorgy comincia a lavorare su “Self Portraits“. Questo è un lavoro che rappresenta l’incarnazione del proprio “io fotografico” con una serie di stampe originali che ruotano attorno al tema dell’autoritratto. L’autore si avvale ancora di tecniche tradizionali di stampa.

Stefano Giogli classe 1965, vive e lavora a Città di Castello (PG). E’ il vincitore delle selezioni FOFU phot’art.2009 con il lavoro ” Riva“. Vanta collaborazioni con NIKON Italia, con la rivista FOTO CULT e FOTOIT e con L’Associazione ACTIONAID international. Il lavoro “Riva” l’autore lo descrive così: “La dolcezza rude del lago come cornice e sfondo d’immense individualità che diverse ed uguali scrutano l’ OLTRE, ognuna proveniente da un irripetibile passato. Ed ora, proprio qui, vivono l’attimo eterno, qui sul ciglio dell’abisso, immerse nel mistero di relazioni vitali cercate, vissute, sperate”.

Il Videospace, sarà allestito in una saletta dedicata, dove verranno proiettati ininterrottamente dei video fotografici realizzati da una selezione di autori internazionali. Musica e centinaia di immagini si combineranno in una linea continua, dando vita ad una sorta di film rudimentale.



FOFU phot’art
dall’10 ottobre al 1 novembre 2009
dal mercoledì al venerdì dalle 21,00 alle 24,00, il sabato e la domenica dalle 16,00 alle 24,00.
L’ingresso al Fucecchio Foto Festival è gratuito.
Auditorium La Tinaia, c/o Parco Corsini, Fucecchio (FI)
Per raggiungere il Parco Corsini di Fucecchio: Uscita San Miniato della s.g.c. Firenze-Pisa-Livorno, seguire le indicazioni per il centro di Fucecchio (entrata del parcheggio da Piazza La Vergine).
Catalogo: edito da Vanzi Editrice in vendita presso la mostra, oltre 60 pagine a colori, prezzo 10€
Evento Patrocinato dal Comune di Fucecchio
Ufficio stampa a cura del Fotoclub fucecchio
www.fofu.it
info@fofu.it

Fucecchio (FI): FO.FU. Phot’Art 2009ultima modifica: 2009-10-10T09:06:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento