………e ancora Prato: Shelock Holmes

Verità storica, verità letteraria, fin­zione nella finzione e soprattutto un appassionante thriller: sono gli ingredienti de “Il palio di Sherlock Holmes” il romanzo di Luca Martinelli che venerdì 6 novembre (ore 18) sarà presentato a Prato in palazzo Novellucci.

Firenze e Siena i palcoscenici principali, 1891 l’anno. Il racconto prende le mosse dall’epilogo de Il suo ultimo saluto, scritto da Conan Doyle nel 1917. Sherlock Holmes, creduto morto alle cascate di Reichenbach insieme all’acerrimo nemico Moriarty, raggiunge il capoluogo toscano sotto il falso nome di Erik Sigerson per ricostruire la rete del controspionaggio britannico in Italia. A lavoro ultimato, però, uno dei nuovi agenti segreti viene arrestato a Siena con l’accusa di omicidio, proprio nei giorni precedenti il Palio di luglio. Sherlock Holmes sarà costretto a intervenire in prima persona.

Si tratta della prima avventura in Italia per il famoso investigatore di Baker street, un romanzo che lo vede muoversi fra tra omicidi, intrighi e spionaggio accompagnato da buone letture e ottimi bicchieri di vino. Non mancano colpi di scena, personaggi realmente esistiti e un territorio perfettamente ricostruito nelle atmosfere e suggestioni di fine ottocento. Il volume, scritto dal giornalista pratese Luca Martinelli ed edito dalla casa editrice Alacrán, sarà presentato oltre che dall’autore dalla vicepresidente della Provincia, Ambra Giorgi, e da Enrico Solito.

 
………e ancora Prato: Shelock Holmesultima modifica: 2009-11-04T15:10:42+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento