Portoferraio (LI): Napoleone all’Elba

Napoleone all'Elba
Il vessillo reale dell’Elba fu una bandiera in campo bianco con banda diagonale rossa e tre api d’oro, bandiera che Napoleone fa celermente preparare quale simbolo del nuovo regno. Il 3 maggio 1814, alle ore 18,30 circa, la fregata inglese ‘Undaunted’, getta le ancore nella rada di Portoferraio; a bordo si trova il nuovo sovrano dell’isola, Napoleone Bonaparte, cui lo zar di Russia, Alessandro, vincitore sul campo del ‘grande Corso’, aveva concesso l’opzione fra le tre isole di Corfù, dell’Elba e della Corsica. Si ritiene che la scelta di Napoleone sia ricaduta sull’Elba per la posizione geografica dell’isola, vicina alle coste italiane e alla Corsica e non molto distante dalla Francia. Molti asseriscono che la Corsica non sarebbe stato terreno propizio a Napoleone, poiché là avrebbe avuto a che fare con molti nemici personali e che tantomeno avrebbe potuto scegliere la lontana Corfù.

Egli sceglie l’Elba per le stesse ragioni che adduce palesemente: la bontà del clima e la dolcezza dei suoi abitanti, ma ci sono altre due valide ragioni che sono utili da proporre alla riflessione. La prima, dovuta alle maggiori risorse economiche dell’Elba, rispetto alle altre due isole, vedi le miniere del ferro, le cui rendite impinguano le casse della Legion d’Onore, da lui stesso fondata; secondo perché si tratta di una piazza con pochi uomini ma ben organizzati, fedeli e buoni combattenti, e difficilmente attaccabile e prendibile. Fra l’altro il Bonaparte avrebbe potuto contare anche sull’altra fortezza di Longone che, sempre contro gli eserciti francesi, aveva dimostrato altrettanta forza e sicurezza.

Quando arriva all’Elba meraviglia non poco la sua perfetta conoscenza del territorio dell’isola, dei suoi problemi economici, amministrativi e politici. L’intensa attività che egli svolge all’isola nei dieci mesi di permanenza ha la funzione di dissimulare il progetto di riconquista del potere, ma d’altra parte per un uomo della sua levatura è facile, se non vedere realizzati, individuare e delineare tutta una serie di progetti e intuizioni per il suo piccolo reame che avrebbero avuto un seguito nei decenni successivi.

Portoferraio (LI): Napoleone all’Elbaultima modifica: 2010-05-12T20:01:36+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento