Albinia (GR): Il Primitivo di Maremma

 Andrea Gori per dissapore

 


L’arte del bere miscelato ha come unico confine la fantasia. Se poi dietro al bancone metti Luciano Berti, istrionico e logorroico proprietario del Garabombo Wine Bar ad Albinia, il rischio è che in Maremma inizino a fare più cocktail che vino. Bando al territorio, niente sangiovese ma solo uva primitivo qui dentro. Prendete nota.

Ingredienti:
Primitivo di Manduria Ognissole
succo di mirtillo e biancospino (lo trovate in GDO)
granatina
carota
finocchio
vodka
ghiaccio

Preparare la base con un leggerissimo trito di carota e finocchio poi omogeneizzate con succo di mirtillo e un cucchiaino di granatina. Versare lentamente il vino.  Passare nel mixer con ghiaccio, aggiungere 1/5 di vodka e agitare.

Il risultato ha un odore invitante e seduce con un gusto dolce ma non troppo. In bocca, granatina e succo di mirtillo non stancano mai grazie alla sapidità della carota e al finocchio che rinfresca. Il Primitivo ha i tannini giusti per un finale lievemente astringente ammorbidito dalla vodka. Un cocktail dal gusto secco e dal naso non scontato; avete mai provato qualcosa di simile?


Albinia (GR): Il Primitivo di Maremmaultima modifica: 2010-05-30T12:30:37+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento