Bagno a Ripoli (FI): Silvano Campeggi

Dal 10 settembre al 17 ottobre 2010 si terrà, a Bagno a RipoliFirenze – presso l’oratorio di Santa Caterina delle Ruote, la mostra delle opere di Silvano CampeggiVerso Campaldino dal Pian di Ripoli alla battaglia“.

Reduce dallo straordinario successo della mostra allestita con la Città degli Uffizi “L’oratorio di Santa Caterina all’Antella e i suoi pittori”, che ha registrato da settembre a  dicembre 2009 oltre ottomila presenze, la prestigiosa sede comunale si accinge ad ospitare un selezionato gruppo di opere del Maestro Silvano Campeggi, ispirate alle vicende che portarono l’esercito fiorentino di parte guelfa a scontrarsi con le truppe aretine, fedeli all’Imperatore. Lo scontro avvenne a Campaldino, nei pressi del castello di Poppi il 9 giugno 1289. I fiorentini  uscirono da porta San Niccolò e giunsero fino alla Badia di Ripoli, issarono le insegne di guerra e sostarono prima di attraversare l’Arno a Varlungo (Vadum lungum), in direzione del  Casentino.
Il passaggio dell’esercito dal Pian di Ripoli ha dato spunto all’estro inventivo del  Campeggi, artista dotato di una eccezionale vena narrativa  e da una non comune abilità grafica, di realizzare oltre una ventina di grandi tavole a colori, realizzate a matita, acquerello, acrilico e tecnica mista, che in un suggestivo allestimento all’interno dell’oratorio, andranno a “dialogare” con gli affreschi trecenteschi, improntati al medesimo tono epico.

Silvano Campeggi, che vanta una notorietà internazionale per la strepitosa carriera  di cartellonista per le maggiori Case cinematografiche americane, che ha siglato con “Nano” oltre tremila manifesti immortalando le star degli anni  mitici di Hollywood, dalla metà degli anni Novanta del Novecento si è accostato al mondo medievale affascinato delle “storiche contese” che, soprattutto in terra toscana, allacciano fortemente il nostro presente al nostro passato, con un profondo coinvolgimento emotivo di quanti si trovano a partecipare agli eventi  ed un mai sopito “spirito di parte” contradaiolo.

Una serie di manifestazioni collaterali arricchirà come di consueto il programma dell’evento, con sede non solo presso l’Oratorio ma anche in altre prestigiosi edifici comunali, quali l’antico Spedale del Bigallo, il Teatro Comunale di Antella: tra le iniziative sono in programma dei laboratori dedicati ai ragazzi delle scuole e non solo, tenuti dallo stesso Campeggi. “Nessuno nasce artista, nessuno è del tutto negato all’arte: e le tecniche si possono apprendere: con un po’ di impegno, diventa quasi un gioco”. Campeggi illustrerà le tecniche usate per la creazione  dei lavori esposti, svelerà i segreti legati alla realizzazione delle immagini, trasposizione del dramma della guerra, della violenza dello scontro sulla tela. 
L’evento costituisce altresì l’occasione per un aggiornamento degli studi sulla storia del nostro territorio in epoca tardo medievale, attraverso le vicende politiche strettamente legate alla storia di Firenze, alle lotte tra le fazioni dei Guelfi e Ghibellini, che videro lo stesso dante Alighieri personalmente coinvolto e partecipe alla battaglia di Campaldino.
Completerà quindi il volume una appendice  documentaria sul territorio a cura di storici locali ed il  profilo biografico  dell’ artista.

Dopo la pausa estiva, la mostra riapre dal 10 settembre al 17 ottobre 2010.

Per maggiori informazioni:
Comune Bagno a Ripoli
Tel.: 055 6390356/357

saimicadove

Bagno a Ripoli (FI): Silvano Campeggiultima modifica: 2010-08-01T10:33:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento