Pistoia: San Bartolomeo

Pistoia, nel suo piccolo, ha un piccolo primato: è l’unica città toscana a dedicare un culto particolare all’apostolo Bartolomeo, venerato come protettore dei bambini.

Il 24 di agosto è, quindi, per riflesso la giornata dei bambini e i bambini non si fanno pregare nell’invadere le vie antistanti la Chiesa di San Bartolomeo in Pantano di Pistoia, scorrazzando tra le bancherelle e reclamando regali e dolciumi, cercando in ogni modo di essere assecondati nelle richieste dai genitori.

Alla sera, tutti davanti alla chiesa a farsi benedire (a me per esempio facevano benedire la gola) con la benedizione di San Bartolomeo che promette di proteggere il bambino per tutto l’anno a seguire, rinnovando l’invito per l’anno successivo. Il legame tra Pistoia e il Santo lo si ritrova nell’espressione vernacolare “San Bartolomeo Sbucciato” con cui si suole indicare un pargolo un po’ troppo vivace.

Tipici dolciumi di questa festività sono le famose “Corone di San Bartolomeo”, fatte da biscotti messi a mo’ di collana con l’aiuto di un filo.

 

 

Chiesa di San Bartolomeo in Pantano
Piazza di San Bartolomeo / 51100 / Pistoia (PT)

 

 

Map data ©2010 Tele Atlas – Termini e condizioni d’uso

pistoialife 

Pistoia: San Bartolomeoultima modifica: 2010-08-07T15:46:06+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento