Sant’Andrea di Còmpito (LU): Fabiana Campi

Fabiana Ciampi

Il ballo ed il minuetto nel concerto d’organo di Fabiana Ciampi, a ingresso gratuito domenica 19 settembre alle 21 nella chiesa parrocchiale di Sant’Andrea di Compito, per il Cantiere della Musica Flam (Federazione Lucchese delle Associazioni Musicali) sostenuto dal Comune di Lucca, dalla Provincia di Lucca e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

“Dal Ballo di Mantova al Minuetto: arie e danze di tradizione popolare e colta fino a Mozart” è il titolo di questa serata, che vedrà protagonista il bell’organo della chiesa di Sant’Andrea.

Fabiana Ciampi è organista, pianista e cembalista; ha ottenuto una borsa di studio per perfezionarsi a Londra presso la Royal Academy of Music e successivamente per studiare al Royal College of Music.

E’ stata invitata a suonare in varie rassegne sia come solista che in ensemble (Bologna, Ferrara, Pistoia, Verona, Como, Senigallia, Pesaro, Cagliari, Berlino, Londra, Edimburgo, Las Palmas).

Alla musica antica ha sempre affiancato l’interesse per la nuova musica: per l’etichetta Bongiovanni (Bologna) ha recentemente inciso il brano per cembalo solo “Charanam” tratto dal Cd “Quattro lembi di cielo” di Daniele Venturi (2009).

Insieme a Giorgio Piombini, ha collaborato alla realizzazione della rassegna organistica “Itinerari organistici nella provincia di Bologna” giunta quest’anno alla XXV edizione. È presidente dell’associazione Arsarmonica, fondata con lo scopo di diffondere la cultura musicale (in particolare il repertorio antico e contemporaneo) nel territorio di Bologna e provincia.

Il prossimo appuntamento con il Cantiere della Musica è sabato 25 settembre a Villa Cheli (Massa Pisana, Lucca) alle 18,30 in collaborazione con l’Istituto musicale Luigi Boccherini, per il concerto degli allievi dell’Istituto Boccherini con musiche di Vivaldi, Tartini e Mozart; seguirà cena su prenotazione (tel. 0583.37.97.99).

loschermo
Sant’Andrea di Còmpito (LU): Fabiana Campiultima modifica: 2010-09-18T11:32:11+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento