Montelupo Fiorentino (FI): Giuseppe Ciccia

Illustre rappresentante dell’arte contemporanea, Giuseppe Ciccia, dopo aver preso parte con una sua personale alla XVIII edizione della Festa della Ceramica, ha scelto di donare un suo lavoro al comune di Montelupo.

Si tratta dell’opera dal titolo GESTANTE, una scultura – canòpo in cotto, dipinta con smalti appositamente formulati in laboratorio, delle dimensioni di 120X64 cm.

Il Consiglio Comunale ha accettato la donazione e l’opera è ora esposta all’entrata del palazzo comunale, in modo che sia fruibile da tutti i cittadini.

Giuseppe Ciccia oggi vive ed opera a Firenze. La sua attività prende le mosse nel 1963, quando per la prima volta appare sul quotidiano “Gazzetta del Sud” di Messina.

Partecipa ai grandi Movimenti dell’Arte Contemporanea, dalla Pop-Art all’Arte Povera e alle svariate sue performance che coinvolgono il pubblico in quanto diviene, oltre che spettatore, parte integrante dell’opera; nel 1975 fonda il Movimento Artistico “ASSURGENTISMO”, con il chiaro intento di riportare l’arte al centro delle vita, alla sua condizione naturale intesa come evoluzione dello spirito.

Prende parte alla X Quadriennale di Roma “La Nuova Generazione” e dal 1983 al 1987 interviene alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con delle Immagini/Azioni “Postcards”, scelte appositamente per evidenziare un messaggio attraverso un segno pubblicitario estrapolato dall’architettura della Laguna, evento che l’artista ripete nel 1995 per il Centenario della Biennale.

L’incontro con Vinicio Berti ed Emilio Vedova, contribuisce ad esercitare il suo impegno in una pittura che rifiuta la forma e l’interpretazione dei dati oggettivi della realtà, per operare attraverso una sintesi formale, ristretta su una polarità di colori, dal rosso al nero, dal blu al giallo.

Presente in numerose personali e collettive nazionali ed internazionali, sue opere sono collocate in Spazi Pubblici, Musei Civici e Istituti Religiosi.
www.giuseppe-ciccia.com

Montelupo Fiorentino (FI): Giuseppe Cicciaultima modifica: 2010-10-05T15:45:06+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento