Carrara: Ultimi giorni di Biennale

Ultimi dieci giorni per visitare Postmonument, la XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara, in chiusura domenica 31 ottobre 2010.

La manifestazione, nata nel 1957, quando al mondo esistevano soltanto la Biennale di Venezia, il Carnegie International di Pittsburgh, la Biennale del Whitney Museum, la Biennale di San Paolo e documenta a Kassel, è giunta alla sua quattordicesima edizione completamente rinnovata nei contenuti e nella struttura. Postmonument ha trasformato Carrara, la città del marmo, in piattaforma di discussione sul monumento. Ed è grazie a questa nuova formula, che ha portato più di sessanta tra artisti ed architetti a confrontarsi col tema della rassegna, se la manifestazione si è rivelata ben presto un evento di sicuro successo arrivando a posizionarsi tra le più importanti biennali europee.

 

Ma la Biennale Internazionale di Scultura di Carrara quest’anno è stata molto di più di una vetrina per la contemporaneità e ha voluto ampliare la riflessione sul monumento guardando alla storia e all’architettura in sezioni dedicate, fino a estendersi alla dimensione che più appare lontana dal concetto di scultura, in un vario ciclo di workshop e performance.

 

In linea con questo spirito che l’ha contraddistinta fin dall’inizio, la manifestazione prevede inoltre un intenso carnet di eventi per la chiusura, attualmente in fase di programmazione.

 

Il percorso espositivo di Postmonument si costituisce di dieci sedi espositive che coinvolgono tutta la città. Si parte da Avenza, dove l’ex Segheria Adolfo Corsi ospita il dialogo tra monumenti otto-novecenteschi e i primi esempi della contemporaneità, per arrivare alla spiaggia del Porto di Marina di Carrara e vivere da vicino l’opera di Terence Koh, Boy by the Roman Sea, che trova giusta collocazione vicino alla battigia. Si prosegue poi nel centro storico di Carrara, con sette spazi espositivi al chiuso e all’aperto: l’ex laboratorio Ugo Corsi, scrigno per la sezione contemporanea; l’ex laboratorio Corsi-Nicolai, nel quale l’opera avveniristica di Antony Gormley convive con la memoria storica dei luoghi simbolo della scultura; la Chiesa delle Lacrime, in cui Giorgio Andreotta Calò ha lasciato il suo commosso omaggio ai lavoratori; la Piazza Alberica, trasformata in punto di incontro e confronto dall’installazione di Tiravanija; l’ex seminterrato delle scuole Saffi, sede della sezione che più guarda all’architettura. Passeggiando per le piazze principali della città si incontrano inoltre l’opera di Cyprien Gaillard, Paul Mccarthy, Valentin Carron e il gigantesco NO di Santiago Sierra che troneggia nel piazzale dedicato a Memo Brucellaria.

Il percorso termina al Cimitero di Marcognano, speciale location per la discussa opera di Maurizio Cattelan.

Tutte le sedi al chiuso osservano l’orario 11.00 – 19.00 tranne il Cimitero di Marcognano che, secondo orario autunnale, rimane aperto dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Le sedi all’aperto sono visitabili per tutto l’arco del giorno.

 

La XIV Biennale Internazionale di Scultura è organizzata dal Comune di Carrara, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e dalla Cassa di Risparmio di Carrara, col sostegno della Regione Toscana e della Provincia di Massa e Carrara ed in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, l’Apt di Massa-Carrara, il gruppo Internazionale Marmi Macchine e l’associazione Amici dell’Accademia di Belle Arti di Carrara.

Sedi espositive

 

Ex Segheria Adolfo Corsi, Via Covetta 38, Avenza (Carrara); Ex Laboratorio Ugo Corsi, Via Apuana 7, Carrara; Ex Laboratorio Corsi-Nicolai, Viale Potrignano 22/d, Carrara; Seminterrato Scuole Saffi, Piazza Gramsci (ex Piazza d’Armi), Carrara; Chiesa di Santa Maria delle Lacrime, Via Carriona 33, Carrara; Piazza Alberica, Carrara; Piazza Gramsci (ex Piazza d’Armi), Carrara; Spiaggia Molo di Ponente, Porto di Marina di Carrara (Carrara); Piazza Brucellaria (ex Montecatini), Carrara; Cimitero Monumentale di Marcognano, Viale Potrignano 2, Carrara.

 

Artisti

 

History – Libero Andreotti, Aldo Buttini, Leonardo Bistolfi, Arturo Dazzi, Lucio Fontana, Arturo Martini, Fausto Melotti, Alina Szapocznikow, Dymitr Szwarc, Adolfo Wildt, Wu Maoquan & Wu Huibao

 

Present – Carl Andre, Giorgio Andreotta Calò, Huma Bhabha, Rossella Biscotti, Monica Bonvicini, Carlos Bunga, Cai Guo-Qiang, Valentin Carron, Maurizio Cattelan, Marcelo Cidade, Nemanja Cvijanović, Sam Durant, Urs Fischer, Yona Friedman, Cyprien Gaillard, Antony Gormley, Thomas Houseago, Daniel Knorr, Terence Koh, Liu Jianhua, Paul McCarthy, Ohad Meromi, Gustav Metzger, Deimantas Narkevicius, Kristina Norman, Damián Ortega, Santiago Sierra, Rirkrit Tiravanija, Kevin van Braak, Yelena Vorobyeva & Viktor Vorobyev, Gillian Wearing, Yerbossyn Meldibekov & Nurbossyn Oris, Artur Żmijewski,

 

Architecture – Asymptote, Norman Foster, Massimiliano Fuksas, Frank O. Gehry, Zaha Hadid, Daniel Libeskind, MVRDV, Jean Nouvel

 

Workshop and Performance – Nevin Aladag, Vanessa Beecroft, Grzegorz Kowalski, Zorka Wollny

 

Info:

XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara

 c/o Teatro degli Animosi – Piazza Cesare Battisti, 54033 Carrara – Italy

T/F: +39 0585 641548– E: biennaledicarrara.press@gmail.com

W:www.labiennaledicarrara.it 

 

Carrara: Ultimi giorni di Biennaleultima modifica: 2010-10-20T11:23:07+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento