Sammommé (PT): Teleriscaldamento a biomasse

Sarà un’energia a biomasse quella che alimenterà le case di Sammommè, frazione del Comune di Pistoia. L’impianto, che servirà da subito 38 utenti per poi estendersi a 83, è stato attivato ufficialmente alla presenza, tra gli altri, dell’Assessore Regionale all’Agricoltura, Gianni Salvadori, del Sindaco di Pistoia, Renzo Berti, del Vicesindaco di Pistoia, Mario Tuci e del Presidente della Circoscrizione 3, Silvano Pocci.

“Si tratta di un ottimo esempio di utilizzo di energie alternative attraverso il recupero di materia prima presente sullo stesso territorio – ha detto il Sindaco di Pistoia, Renzo Berti – Si è completata la prima fase, quella più impegnativa, ma il nostro progetto ha l’ambizione di non fermarsi qui, sia per Sammommè dove contiamo di ampliare presto l’utenza, sia per altre realtà potenzialmente interessate a replicare questa esperienza, magari grazie a ulteriori finanziamenti da parte della Regione come è positivamente accaduto in questo caso”.

L’impianto è alimentato  con il cippato di legno vergine (biomassa) che rappresenta quindi una fonte rinnovabile di energia e contribuisce  nel contempo  alla riduzione delle emissioni di  CO2.  E’  costituito da  una caldaia (di potenzialità di 522 Kw), un deposito del cippato ed una rete per la distribuzione  che conduce l’acqua calda alle abitazioni degli utenti. La biomassa legnosa sarà fornita dall’Associazione Boscaioli Pistoiesi.

“Questo impianto offre l’opportunità di rendere autonomo l’abitato dal punto di vista del riscaldamento e va nella direzione dell’Amministrazione comunale di ricorrere all’utilizzo di fonti energetiche alternative – ha dichiarato l’Assessore all’ambiente e Vicesindaco di Pistoia, Mario Tuci – La bontà del progetto è testimoniata dal fatto che si è classificato al settimo posto della graduatoria regionale, su un totale di 47 domande di cofinanziamento presentate”. L’intervento è stato realizzato con il contributo di 151mila euro della Regione Toscana (pari alla metà del costo, anticipato per l’altro 50% dall’Amministrazione comunale e che gli utenti restituiranno in 15 anni) attraverso la partecipazione ad un bando  regionale per investimenti sulla produzione di energia per le aree rurali, nell’ambito di un sistema di approvvigionamento del legname tramite filiera corta, ossia ad una distanza massima di 15 km dall’impianto. Dei 18 progetti ammessi al finanziamento, sono 4 quelli che interessano la provincia di Pistoia, prevedendo l’installazione di impianti a biomasse legnose nei centri di Sammommè e Maresca, e il teleriscaldamento di vari edifici pubblici a Pescia e a San Marcello.

Per quanto riguarda il Comune di Pistoia, nello specifico, è già stata progettata la seconda fase di lavori ossia l’estensione della rete ad altri 45 utenti: entro breve uscirà il bando di gara per l’esecuzione dell’intervento, anch’esso con finanziamento regionale, di cui si prevede la conclusione entro giugno 2011. Nel complesso, quindi, beneficeranno dell’impianto 83 utenti, mentre si pensa di realizzare uno studio di fattibilità per la costruzione di un impianto analogo nella frazione di Pracchia, sempre sulla montagna pistoiese.

gonews

 

Sammommé (PT): Teleriscaldamento a biomasseultima modifica: 2010-11-28T11:43:30+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento