Arezzo: Posacenere pubblici e gratuiti

 

Un ulteriore passo avanti in direzione del decoro cittadino annunciato da Alessandro Giustini, assessore alle attività produttive dopo un lavoro che ha visto impegnata  anche l’assessora  Aurora  Rossi: “abbiamo concordato – ha sottolineato Giustini – con i tabaccai aderenti ad Associazione Commercianti e Confesercenti la distribuzione ai fumatori di posacenere portatili. Gli amanti delle ‘bionde’, riceveranno questo piccolo oggetto che potrà produrre un grande effetto di pulizia nelle nostre strade evitando il classico gesto di gettare il filtro per terra una volta terminata la sigaretta. Le tabaccherie aderenti saranno ben riconoscibili perché avranno una vetrofania con il logo dell’iniziativa: ‘Il fumo fa male ma la città pulita ti fa bene’. Questo motto sarà anche stampato in tutti i portacenere tascabili”.
“È evidente – per il Sindaco Fanfani – che la scelta migliore sarebbe disseminare la città di portacenere  che tuttavia possono essere facilmente oggetto di furto. Per ovviare anche a tale eventualità, abbiamo pensato ai posacenere nei bidoni, colorati diversamente da questi ultimi per distinguerli bene e abbiamo la prova di un loro uso diffuso. L’idea è dunque metterli a tutti i bidoni che abbiamo. Più complesso è affrontare il problema della educazione culturale: su questo terreno conta moltissimo l’esempio. Questi portacenere non avranno un gradissimo valore ma sono di sicuro di stimolo a comportamenti virtuosi”.
In una prima fase verranno distribuiti 3.000 pezzi. Una volta esauriti, se l’operazione avrà avuto successo, il Comune ne varerà una seconda. Le associazioni dei tabaccai sono impegnate a raccogliere fondi per la prosecuzione della iniziativa, sposata con entusiasmo.
“Spesso – ha ricordato Aurora Rossi – proprio questi piccoli gesti sono stimolo e segno di una cultura personale che cresce e che si manifesta: dobbiamo far sviluppare una consapevolezza, un senso di appartenenza per la nostra città, per il suo decoro in ogni aspetto. Il piccolo gesto di non gettare più la cicca permette di segnalare come lo ‘spazio comune’ sia importante almeno quanto lo spazio privato di ciascuno. Si può fare tutti di meglio anche se Arezzo complessivamente reca un’immagine di città curata. Tuttavia, sulle nostre strade, sui nostri marciapiedi, troviamo ancora cose gettate, dalle carte alle gomme da masticare ai mozziconi di sigarette. In particolare questi ultimi sono numerosi e visibili specie nelle pavimentazioni in pietra delle strade del centro storico, dando un’impressione di degrado”.
Alla distribuzione gratuita del portacenere si unirà l’opportunità di ricordare comunque ai fumatori che la loro abitudine merita una riflessione per la salute di loro stessi e quindi avranno la possibilità di fare una donazione a favore del Calcit nella stessa tabaccheria. Il presidente Giancarlo Sassoli: “metteremo il nostro contenitore Calcit nei tabaccai aderenti e visto che i fumatori riceveranno gratis il posacenere potranno fare volentieri un’offerta. Destineremo il ricavato al progetto Scudo che stiamo portando avanti a favore dell’assistenza domiciliare”.
In prima linea per il decoro cittadino c’è Aisa: l’azienda, su richiesta del Comune, ha già dotato di 50 posacenere i contenitori per i rifiuti nella parte centrale della città, lungo la direttrice Corso Italia, via Cavour, via Garibaldi. Altri ne seguiranno parallelamente all’iniziativa dei posacenere gratuiti, magari in luoghi mirati, come gli impianti semaforici.

Arezzo: Posacenere pubblici e gratuitiultima modifica: 2011-01-29T12:11:11+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento