Arezzo: Turismo equestre

Arezzo – Il piano della mobilità provinciale, ed in particolare la sua parte relativa alla mobilità turistica, si arricchisce di un nuovo tassello. E’ stato infatti sottoscritto questa mattina un protocollo di intesa tra l’Amministrazione provinciale e la Federazione Italiana Turismo Equestre – Trec comitato Toscano (Fitetrec) finalizzata allo sviluppo ed alla promozione di percorsi per la mobilità alternativa, l’escursionismo ed il turismo mediante l’uso del cavallo.

“Questo accordo – ha spiegato l’assessore provinciale ai trasporti Antonio Perferi – si inserisce in un progetto generale più ambizioso, che è quello delle vie verdi. Insieme alla Fitetrec prendiamo reciproci impegni sulle ippovie del nostro territorio, che è decisamente vocato per questo tipo di strutture. L’accordo ci consente anche di inserirci in un circuito nazionale ed internazionale di promozione turistica, visto che la Fitetrec appartiene alla federazione internazionale del turismo equestre”.

Grande soddisfazione per l’intesa sottoscritta è stata espressa dalla presidente della Fitetrec, Daniela Venturi: “si tratta del sigillo ufficiale a una collaborazione che va avanti da tempo, visto che la nostra associazione è referente per le ippovie toscane in un progetto che ha portato grandi risultati. Partecipiamo alle borse del turismo di tutto il mondo e avremo così occasione di promuovere i percorsi del territorio aretino, a partire dall’ippovia del Casentino denominata strada del Medioevo. Ricordo che l’indotto turistico in Toscana di questo tipo di turismo è di un milione di persone all’anno, quindi un numero decisamente rilevante, e che il turismo sportivo punta anche a ringiovanire l’età dei visitatori del nostro territorio”.

In prospettiva si pensa ad una ulteriore espansione delle ippovie aretine con il sentiero della transumanza, che prosegue poi fino alla provincia di Grosseto, e percorsi in Valdarno e in Valdichiana.

Tra i contenuti dell’accordo, inoltre, c’è anche la costituzione di un gruppo di lavoro che si occuperà di fornire idee ed informazioni per la redazione degli studi di fattibilità ed i progetti preliminari delle ippovie di interesse provinciale e regionale, coordinare la realizzazione di eventi di equiturismo e per la diffusione dell’uso del cavallo e la mobilità dolce nel territorio provinciale, fornire informazioni utili per la redazione di materiali informativi e per il reperimento, nell’ambito di programmi comunitari, nazionali e regionali, di finanziamenti destinati a facilitare la diffusione e l’uso del cavallo nel territorio provinciale. La Fitetrec Toscana, peraltro, si impegna a fornire alla Provincia tutte le informazioni utili a migliorare la gestione dei percorsi delle ippovie di interesse provinciale, segnalando tempestivamente eventuali disservizi, atti vandalici e tutte le problematiche riscontrate dai soci lungo i percorsi. “Sottolineo la sinergia con i percorsi di trekking e ciclabili, e la collaborazione con Cai e Fiab che è strettamente legata a quella con la Fitetrec, e voglio anche dire che, in un momento nel quale le risorse sono limitatissime, abbiamo la consapevolezza che alla crisi si risponde lavorando”, conclude l’assessore Antonio Perferi.

arezzoweb

Arezzo: Turismo equestreultima modifica: 2011-01-31T10:13:00+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento