Firenze: Cornelia Klein

Cornelia Klein nasce in Germania a Landshut/Baviera nel 1957. E’ scultrice ceramista dal 1985. Nel 1986, dopo tre anni di formazione professionale in un laboratorio di ceramica a Norimberga apre uno studio nei locali di una vecchia scuola vicino a Coburgo insieme con lo scultore ceramista Klaus Dorrmann. Collaborano fino al 2000. Dal 1997 al 2000 è docente al Akademie fuer Gestaltung und Denkmalpflege ad Ebern/Norimberga. Negli anni tra il 1999 e il 2001 nella stagione estiva collabora con ilCentro Internazionale d’Arte Ceramica “La Meridiana” a Certaldo/Siena e svolge anche attività di insegnamento. Nel 2001 si trasferisce definitivamente in Italia, a Firenze, dove vive e lavora.

“Il mio punto di partenza è stato il mondo dei laboratori nati dalla tradizione del Bauhaus. All’ inizio c’era il vaso, la sua forma e la sua materia: l’argilla. Occuparsi per anni della creazione manuale di oggetti studiando le forme assunte dallo spazio interno ed esterno, mi ha portato verso la scultura. Una scultura essenzialmente architettonica. Sono nati poi lavori da parete bi- e tredimensionali con tematiche diverse e anche installazioni che danno voce alla materia, scomponendola in frammenti che mossi dall’aria sviluppano suoni particolari.

Protagonista la porcellana, che con il suo colore, con la sua purezza, trasparenza e durezza dà il proprio carattere a questi lavori. Usarne le qualità specifiche, mi ha portato naturalmente verso un linguaggio essenziale. Il mio concetto di lavoro riguarda i contrasti: bianco e nero, luce e ombra, movimento e stasi, spazio e vuoto, rumore e silenzio. Trovare una giusta tensione fra l’uno e l’altro e creare un’armonia fra questi estremi è il centro della mia ricerca.” (Cornelia Klein)

SACI Gallery – Studio Art Centers International
Palazzo dei Cartelloni – Via Sant’Antonino 11 50123 Florence ITALY
Orario: dal Lunedì al Venerdì ore 9-19, sabato e domenica ore 13-19.
Ingresso libero

undo

Firenze: Cornelia Kleinultima modifica: 2011-01-31T09:41:23+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento