Firenze: Lorenzio Brini

a cura di Lucia Giardino

L’Associazione culturale ed eno-gastronomica Acli “Ganzo” inaugura la nuova stagione con un’iniziativa che unisce il piacere della degustazione al piacere della fruizione artistica: l’Aperiart. Il momento conviviale dell’aperitivo diventa occasione di scambio intellettuale, dove cultura del cibo e cultura artistica si incontrano e si valorizzano a vicenda.

Il 9 febbraio, il primo artista a esporre le sue opere, tra calici e prelibatezze, sarà Lorenzo Brini. Le opere esposte sono gesti peculiari e simboli in cui l’autore si rifugia per esprimere emozioni e disagi del mondo contemporaneo. I suoi soggetti sono sospesi in uno spazio-tempo indefinito, forse tra l’oggi e il domani.
I mezzi e le tecniche attraverso cui passa l’arte del giovane artista toscano sono svariati: inchiostri, pennarelli, acrilici, smalti, tele, tavole di legno e carta. Controllato e istintivo al tempo stesso, Brini è un “irrequieto pescatore di anime”.
Le opere che verranno esposte nascono nel maggio del 2010, “in un momento in cui ho sentito la sensazione di voler essere nuovo, di cambiare qualcosa” dice l’artista. “È proprio quando mi succede questo, che faccio venire alla luce quello che aveva preso forma dentro di me.” La creazione avviene attraverso una sorta di lotta intima per esternare pensieri, sensazioni, emozioni. Questa lotta si risolve in un’ “esplosione artistica”. Il titolo della mostra si rifà proprio a questa esplosione e ai soggetti dipinti: degli “omini” (man), come li definisce l’autore stesso, che il suo immaginario letteralmente spara (bang) sulla tela.

L’arte esce sempre più di frequente dai canonici luoghi espositivi e conquista nuovi spazi; così Ganzo, che abitualmente accoglie mostre tra i suoi tavoli, dedica alle esposizioni un ulteriore momento e con l’Aperiart si riconferma associazione culturale attiva e attenta alle tendenze artistiche d’avanguardia.

Ganzo – Associazione culturale ed eno-gastronomica no profit ACLI – svolge attività di promozione sociale contestualizzate nel mondo eno-gastronomico ed artistico. Ganzo è parte di PALAZZI.
PALAZZI, Florence Association for International Education, è il consorzio di istituzioni accademiche interdisciplinari che comprende sQuola (Center for Contemporary Italian Studies), Apicius (International School of Hospitality), FAST (School of Fashion Accessory Studies and Technology), DIVA (Digital Imaging Visual Arts), FUA (Florence University of the Arts) e IDEAS (Interior Design, Environmental Architecture and Sustainability).

BIOGRAFIA
Lorenzo Brini nasce a Pisa il 26 maggio 1985 e vive e lavora a Ponsacco (Pisa). Fin da bambino sente la necessità di esprimere la sua personalità attraverso l’arte. Artista eclettico, le sue espressioni fanno uso di molteplici tecniche e materiali: dal disegno alla scrittura e alla fotografia si lascia catturare dalla vita, dalle emozioni del momento. Pittura e segno grafico sono il suo linguaggio in cui simboli, punti e piccole frasi si fondono, a volti vitrei ed enigmatici, conferendo mistero ai suoi quadri. La contemporaneità, il suo sentire, accumulati e assemblati, vittime di un processo di re-interpretazioni in continua evoluzione, diventano per lui uno stimolo per rifugiarsi in un mondo di simboli e astrazioni, colori che si sgretolano invadendo le figure. Sospeso tra mondo interno e mondo esterno, Brini racconta i pensieri nel loro continuo divenire perché, come ama ripetere, “il quadro di domani è sempre più bello”.

Ufficio Stampa Palazzi Florence
Corso Tintori 21, Firenze
Telefono: 055-0332956
ufficio.stampa@palazziflorence.com
www.palazziflorence.com

Ganzo
Via de’ Macci, 85/R – Firenze
lun-sab 12-24
Ingresso libero

undo

Firenze: Lorenzio Briniultima modifica: 2011-02-09T09:33:36+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento