Scandicci (FI): Luisa Cortesi

Va in scena in anteprima nazionale al Teatro Studio di Scandicci il nuovo lavoro coreografico di Luisa Cortesi ‘Play to…’. Una ricorrenza musicale appare come un enunciato in una parola scritta che e’ sonora, breve, Boytoy/Toyboy, come stesse dietro il capo appena sconvolto di una donna. Come fosse un display luminoso. Il brano che si mostra e’ della compositrice americana Eve Beglarian. Un’immagine musicale come manifesto scritto, sottofondo e sfondo di una scrittura coreografica che si rifrange in un gioco di specchi tra reale e immaginario, tra disegno e animazione, come se questa donna agisse sullo sfondo riflesso di una citta’ e lungo la strada vetrina dopo vetrina si rifrangono gli spettri di quegli attimi e gesti di realta’ quotidiana.

Dentro le variazioni musicali di uno stesso brano, il movimento si adagia sugli interstizi del tempo, si accelera e si rallenta, fugge e insegue il tempo. Il corpo e la sua immagine nel suo fare sono al centro dello studio, del movimento, ogni volta mutevole e allo stesso tempo ripetitivo, come i gesti di tutti i giorni, spinti al limite della loro origine. Luisa Cortesi continua, con questo lavoro, la ricerca avviata negli ultimi due anni sulla ripetizione e la trasformazione del gesto quotidiano, sulla rappresentazione e costruzione di partiture visive oggettuali e ritmiche. (Biglietti: intero 12 euro – ridotto 10 euro – ridotto 7 euro)

undo

Scandicci (FI): Luisa Cortesiultima modifica: 2011-02-09T09:38:01+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento