Firenze: Turtle Island Quartet

Due violini, una viola, un violoncello, riuniti sotto il nome antico e mitologico con il quale i nativi chiamarono il Nord America, che pensavano terra emersa sostenuta dal guscio di una tartaruga: sono i quattro californiani del Turtle Island Quartet, che si presentano per la prima volta al Saloncino del Teatro della Pergola Domenica 20 Febbraio (ore 21). Guarda al futuro il ciclo Il mondo del Quartetto, perché nelle tinte strumentali il Turtle Island Quartet è la classica formazione d’archi, ma fin dalla sua fondazione, nel 1985, ha dimostrato una capacità originalissima nel dare innovativi impulsi alla musica da camera per archi: combinando l’estetica più classica con le inflessioni contemporanee di matrice americana, e ridefinendo i canoni esecutivi più scontati attraverso incursioni nei generi rock e folk, new age e hip-pop, la musica latino-americana e quella indiana, e le collaborazioni con artisti come il clarinettista cubano Paquito D’Rivera, i Manhattan Transfer, la Parsons Dance Company.

“Una voce unica che irrompe, autentica e appassionata, uno dei più creativi modi di fare musica oggigiorno, ha detto del Turtle Island Quartet il grande violoncellista Yo-Yo Ma. In questa prospettiva, il Turtle Island Quartet dà nuova vita alla tradizione della musica da camera, rivelandoci anche quanto, già all’epoca di Haydn, quei musicisti avessero quel talento per l’improvvisazione che oggi è dei sassofonisti jazz e degli arrangiatori pop. Di qui il gusto per l’improvvisazione e per la rivisitazione che contrassegna le esecuzioni del gruppo e che gli ha fatto conquistare, nel corso di questi anni, un vivo consenso internazionale. Una sensibilità e un virtuosismo musicale che animano pure il programma presentato a Firenze, intitolato “The Art of the Groove: viaggio musicale da Vivaldi al jazz”: improvvisazione, gioco, senso ritmico tengono insieme un avvincente programma in stile crossover, dove arrangiamenti di Bach e Vivaldi, di Ciajkovsky e Ravel, di Gershwin e Bernstein, si intrecciano a  Dave Brubeck, Chick Corea, Frank Zappa, e si integrano con jazz, worldbeat, rock, rhythm and blues, mondi sonori di cui avidamente si nutrono i brani scritti dello stesso Turtle Island Quartet.  

 

 
Firenze: Turtle Island Quartetultima modifica: 2011-02-16T15:13:18+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento