Seravezza (LU): Parco Apuane

 

Wwf Lucca per greereport

In questi giorni si sta definendo l’iter per la definitiva approvazione del Regolamento del Parco delle Alpi Apuane. Il WWF ha espresso in sede di osservazioni le sue critiche verso questo atto fondamentale per la vita dell’ente, perchè ancora una volta non vengono affrontati i nodi importanti delle cave e viene trascurata la conservazione della natura, elemento fondante di un’istituzione come un Parco.

In particolare ci preme evidenziare che il regolamento, così come il piano del parco, ha stralciato il settore ambientalmente più critico, cioè le cave. Questo evidentemente ne inficia fortemente l’efficacia e conferma una linea perdente per l’ambiente e il territorio di tutta l’area.

Si sottolinea, altresì, come il parco viva soprattutto dal punto di vista burocratico e delle strutture amministrative e non vengano invece messe in atto significative politiche/interventi di conservazione della natura. Ad esempio l’area, benchè ricca di SIC/ZPS, con una alta concentrazione di specie ed habitat di interesse comunitario, non ha mai (!) realizzato alcun progetto LIFE NATURA.

Nel regolamento pare evidente che si sono privilegiati gli aspetti urbanistico – edilizi piuttosto che quelli di tipo naturalistico. Ad esempio, tra le specie faunistiche soggette a maggiore tutela, mancano gli invertebrati, tra cui molti endemici e al contempo vengono inserite specie estinte o comunque introdotte (pernice rossa) o addirittura si progetta l’introduzione di specie mai vissute nel comprensorio, come il Camoscio appenninico, in contrasto con piano d’azione nazionale per la tutela della specie.
Ancora una volta un’occasione persa per la tutela delle Apuane.

Seravezza (LU): Parco Apuaneultima modifica: 2011-03-10T17:23:00+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento