Isola del Giglio (GR): I mille fiori dell’isola


Sono mille i tipi di fiori che nascono sull’isola; ce ne sono di piccoli, quasi invisibili o grossi come piatti di cucina, per questo c’è voluto un anno intero per contarli. Ma finalmente: sono proprio mille. Nascono in qualsiasi mese dell’anno e cambiano tipo da un mese all’altro, ma il più grande spettacolo è
nel mese di maggio, quando ci sono le piogge. Allora si vede una fioritura straordinaria, infatti cominciano a fiorire proprio di sulla batticina del mare dove inizia la terra; lì si trovano i mochi che hanno un fiore giallo, i finacchi marini, le cepite della Madonna, il rosmarino, i fiori di garofano selvatici, le ucerbole e via via che si sale verso l’alto dell’isola ogni decina di metri ce ne sono di altri tipi, come fiori gialli, la malva, la lattatela, la cicoria selvatica, insomma un’infinità. Questo però per quanto riguarda l’isola del versante di mezzogiorno; nell’altro versante che guarda nord est ci sono ancora altri tipi, essendo l’isola più umida, nascono i gorgalestri, i sedani selvatici, la ruta, i finocchi selvatici, tutte piante o erbe che hanno un fiore. Ma ci sono anche fiori che prima non s’erano mai visti: forse con il vento oppure con fiori che sono stati portati dal continente nei giardini delle ville, insomma, dato che la terra dell’isola è molto fertile, nascono un po’ dappertutto. Ma ora sono mille e uno perché anche l’isola del Giglio è un bellissimo e stupendo fiore.

Isola del Giglio (GR): I mille fiori dell’isolaultima modifica: 2011-03-17T11:53:00+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento