Lucca: L’Associazione San Cristoforo

Un momento della presentazione (Ph. Brunella Menchini per LoSchermo.it)

E’ stata presentata questa mattina presso la Curia di Lucca – alla presenza dell’Arcivescovo Italo Castellani, del presidente della Provincia Stefano Baccelli, dell’assezzore comunale Moreno Bruni e del presidente Arturo Nardini, del vicepresidente Don Piero Ciardella (direttore del Centro diocesano di Cultura), del consigliere con delega alla cultura Bruto Dario Pomodoro e dell’art director Stefania Frolli – l’associazione culturale “San Cristoforo- Arte, filosofia, scienza, spiritualità”, che si propone di sfruttare gli spazi dell’omonima chiesa di via Fillungo per mostre, concerti, incontri ed eventi all’insegna della creatività. Un nuovo, grande spazio per la promozione della città tramite la forza di grandi nomi internazionali che verranno coinvolti.

“L’idea dell’Associazione – ha spiegato Nardini – nasce da un duplice atto d’amore verso i grandi valori della cultura e verso la città. L’incontro di affinità elettive tra professionisti ed artisti dalle creatività individuali più eterogenee, ha prodotto la concretizzazione di un progetto finalizzato a proporre, nel cuore di Lucca, eventi culturali di rango, all’insegna di un dialogo ravvicinato tra arte, pensiero, ambiente e vita spirituale.

La Curia episcopale lucchese, nella persona dell’Arcivescovo Castellani, ha sposato con entusiasmo la proposta, mettendo liberamente a disposizione un edificio sacro di grande prestigio come la Chiesa di San Cristoforo per ospitare tutti gli eventi dell’associazione. Un ambiente ideale: austero, sobrio, appartato e allo stesso tempo centralissimo, che evoca la spiritualità con le sue misurate quadrature ecclesiastiche eppure non alieno dal vivo dei flussi turistici. Una sede di riferimento dove arte, convegni, musica, filosofia si possono incontrare con un tema di fondo che è la spiritualità nelle varie forme culturali. Per tale motivo l’Associazione si muoverà a ventaglio in piena collaborazione con la Curia, non contemplando soltanto le arti visive, ma tutto quello che è di grande rilevanza espressiva artistica.

Determinante per la genesi del progetto è stata l’art director Stefania Trolli, che affiancherà i lavori dell’Associazione. Ideatrice di iniziative artistiche a livello internazionale, la Trolli sviluppa il concept di eventi culturali partendo da un’accurata ricerca degli artisti che tengano fede ad una linea di sinergie tra arte e territorio. Visto le deleghe che ricopro in Provincia al settore turismo e cultura, mi sono appassionato subito all’idea di poter incrementare la promozione turistica della nostra area attraverso l’arte.

Proprio da un progetto di due precedenti mostre delle opere di Bruto Pomodoro ideate dalla Trolli e dalla visita degli spazi della chiesa di San Cristoforo nasce l’incontro con don Piero Ciardella e la successiva richiesta alla Diocesi della disponibilità del prestigioso spazio espositivo della chiesa in via Fillungo per ospitare la seconda mostra-evento dell’artista ‘Opere in San Cristoforo’ a luglio 2010. Incoraggiati dal grandissimo successo di pubblico insieme a Don Piero, ci siamo impegnati a proporre al Vescovo un utilizzo dello spazio a livelli prestigiosi per Lucca, ed eccoci qui.

La prassi sarà quella di aumentare l’offerta culturale della città con iniziative di forte prestigio e richiamo. Non solo: l’ambizione è anche quella di far conoscere il nostro progetto all’estero. Portare Lucca oltre l”arborato cerchio’ sotto forma di iniziative di respiro internazionale, valide anche per far conoscere il retroterra, la produzione artistica, artigiana e industriale, i sapori della terra lucchese. Sempre entro una cornice di alto livello, non come promozione fieristica ma come “marchio Lucca”. Un marchio spendibile meglio se abbinato a eventi di grande prestigio.

Durante la prima mostra di Bruto Pomodoro ‘Il San Cristoforo Barghigiano ed altre opere’ a Barga, inoltre (di cui San Cristoforo oltretutto è santo protettore) si sono create le premesse per un altro incontro importante, quello con il nostro consulente storico-artistico Stefano Borsi che, giusto nello stesso anno, aveva pubblicato un corposo saggio sulle origini di Barga, dedicando ampio spazio alla prima diffusione del culto del martire Cristoforo. Stefano Borsi ha collaborato con noi sin dalla presentazione in Comune della mostra dove ha illustrato non solo l’artista, ma la storia del santo. A pensarci ora, sembra una trama imprevedibile, ma ancora una volta il caso è guidato da un disegno, l’amore per la cultura e l’amore per Lucca. Non ho dubbi sul fatto che con soci e collaboratori come questi faremo cose importanti”.

(Foto di Brunella Menchini per LoSchermo.it)

Lucca: L’Associazione San Cristoforoultima modifica: 2011-04-01T12:04:06+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento