Poggibonsi (SI): IV Le parole, i giorni

 

Due giorni di incontri, giochi, laboratori, spettacoli pensati per tutti, e con tutti, perché molte sono le iniziative in cui da pubblico ci si può trasformare in protagonisti. Partecipando ai giochi o ascoltando le voci di chi le parole le ha studiate, le usa, le ama. Sulla scena ci saranno infatti loro, Le parole che hanno fatto (e disfatto) gli Italiani.

Questo il titolo scelto per la quarta edizione del Festival. Nell’anno delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, un viaggio divertente, critico, rigoroso, sorprendente attraverso le parole che hanno condizionato e testimoniato nel bene e nel male le nostre identità. Luoghi comuni di una lingua che è di per sé luogo comune, parole cantate e impresse nelle memorie popolari, parole che si intrecciano con canzoni per dire differenze e diffidenze, parole in dialogo per rappresentare lo stato presente dei costumi degli Italiani, parole che cambiano di significato e rendono straniero e nemico chi prima era straniero senza essere nemico, parole che si incatenano in fila per misurare la temperatura del razzismo nel nostro paese. 

Accanto, le parole che giocano e si rivelano nella forma della poesia dorsale e quelle che si rivolgono ai bambini in forma di laboratori severamente vietati agli adulti non accompagnati.
E ancora: le parole, si sa, cambiano, accompagnano le nostre vite e ad esse si adattano. Per questo continua il premio Parole d’autore, un riconoscimento a chi più di altri è stato capace di farsi interprete della vitalità che percorre l’universo delle parole.

 

Poggibonsi (SI): IV Le parole, i giorniultima modifica: 2011-04-01T19:08:03+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento