Portoferraio (LI): Una settimana per l’Aleatico

“ElbAleatico, un grappolo di storia”. Si chiama così l’evento ideato dalla delegazione elbana dell’Associazione Italiana Sommelier, in collaborazione con il consorzio produttori Elba Doc, per festeggiare la concessione della Denominazione di origine controllata e garantita all’Aleatico Passito dell’Elba, ottava Docg della Toscana, prima della Provincia di Livorno ed unica ad essere assegnata ad un vino passito.

La data fissata è quella di domenica 17 aprile, ma gli enti e le associazioni che hanno collaborato all’evento, fra cui il Comune di Portoferraio, la Provincia di Livorno, l’Associazione Albergatori, la Confesercenti e la Coldiretti, hanno preparato una serie di eventi collaterali che animeranno l’intero fine settimana. La giornata di domenica sarà comunque tutta dedicata all’aleatico. Al mattino, presso il Centro Congressuale di Portoferraio, l’accoglienza degli ospiti provenienti da tutta Italia ed un convegno, dal titolo ‘Aleatico, tradizione e modernità’, con la partecipazione di numerosi esperti nazionali del settore. Il pomeriggio, dalle 14 in poi, sempre all’interno del complesso della De Laugier, sarà interamente dedicato alle degustazioni del vino d’eccellenza dell’Isola d’Elba. Sedici produttori, affiancati da altrettanti sommelier Ais, saranno a disposizione del pubblico curioso di assaggiare le primizie della produzione 2010, il primo imbottigliamento che potrà fregiarsi della prestigiosa etichetta Docg. Accanto a loro, alcuni maestri pasticcieri proporranno gli abbinamenti, che potranno essere di tradizione, come quello con la Schiaccia Briaca, tipico dolce elbano, ma anche più evoluti, come quelli con dolci a base di cioccolato.

“Abbiamo voluto toccare le corde dell’orgoglio elbano – ha commentato Antonio Arrighi, delegato dell’Associazione italiana Sommelier per l’Isola d’Elba – per celebrare nella maniera migliore la storia di questo nettare che per centinaia e centinaia di anni non è mai mancato sulla tavola nei momenti di festa. Oggi l’Aleatico passito dell’Elba è giustamente a fianco dei nomi più prestigiosi dell’enologia italiana, e questo deve far capire nello stesso tempo anche il grande livello raggiunto dalla produzione vinicola dell’isola. Quest’anno abbiamo pubblicizzato la manifestazione anche attraverso i 40mila sommelier Ais italiani, veri e propri ambasciatori del buon bere, con l’obiettivo di farlo diventare già dal prossimo anno una manifestazione nazionale da ripetere nel tempo per far conoscere i prodotti d’eccellenza della nostra terra”. La manifestazione verrà presentata alla stampa nazionale giovedi 7 aprile prossimo all’interno del Vinitaly 2011.

ten

Portoferraio (LI): Una settimana per l’Aleaticoultima modifica: 2011-04-03T15:55:23+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento