Artimino (PO): Maila Ermini

 

Archeologi al lavoro nell’area di Gonfienti

 

Da sempre impegnata nella difesa del sito etrusco di Gonfienti, Maila Ermini torna a punzecchiare le istituzioni pratesi dalle colonne del suo blog Primavera di Prato. L’occasione è la visita che la stessa Ermini ha fatto alla nuova sede del museo archeologico di Artimino, intitolato soprintendente Francesco Nicosia.
“Il museo è piccolo, ma in sostanza ben fatto – scrive maila Ermini – e soprattutto vi si possono vedere preziosi manufatti in particolare del Tumulo di Monfortini. Consiglio una visita. Però desidero evidenziare che:
dal punto di vista del percorso museale, carente è l’indicazione del singoli reperti, affidati a dei pannelli in plexiglas o simili dove è riportata una descrizione sommaria delle varie teche; solo gli incensieri sono spiegati correttamente. Anche l’illuminazione necessita di un ritocco. Bene invece i video sulle varie tombe e su Pietramarina che, anche se non esaustivi – in particolare quello sul Tumulo di Montefortini, le cui immagini sono scure e non si coglie la visione di insieme – aiutano molto la comprensione. Ritorna la divisione ‘mondo dei vivi’ e ‘mondo dei morti’, che porta la firma della curatrice, Gabriella Poggesi. In particolare quando si parla di Pietramarina e quindi del ‘mondo dei vivi’, ma anche in altri pannelli che sono dislocati nel ‘mondo dei morti’, nessun riferimento, anche di sfuggita, a Gonfienti, quando invece sono indicati altri nomi di luoghi etruschi della zona. Chi firma questo omissis? E’ chiaro come la Gonfienti etrusca non si vuole che esista”.

notiziediprato

Artimino (PO): Maila Erminiultima modifica: 2011-04-04T17:46:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento