Livorno: Caso Moby,mani tese dai viareggini

Marco Ceccarini per costaovest 

 “Una persona, dopo un fatto del genere, si sarebbe dovuta dimettere”. A dirlo, nel corso della commemorazione per i vent’anni della tragedia del Moby Prince svolta a Livorno nel pomeriggio di ieri, domenica 10 aprile, è stata Daniela Rombi, rappresentante dell’Assemblea 29 Giugno, l’associazione che riunisce i familiari delle vittime della stazione di Viareggio. Nel mirino della Rombi c’era e c’è l’amministratore delegato di Trenitalia, Mario Moretti, accusato dai familiari delle vittime di non essersi assunto a pieno le proprie responsabilità

La Rombi, accompagnata da alcune decine di familiari di coloro che hanno perso la vita il 29 giugno 2009 in Versilia, ha invitato le associazioni ed i comitati delle vittime del Moby ad “unire le forze” con quelle dell’associazione viareggina al fine di chiedere, tutti assieme e con maggiore forza, “verità e giustizia”. Ha detto la coordinatrice del comitato viareggino: “Siamo stanchi, siamo stufi. Sono talmente sgomenta che mi possono portare anche in carcere, picchiare, perché tutto ciò che mi può capitare, in confronto alla nostra tragedia, è acqua fresca. Il nostro compito è urlare che così non si può andare avanti”. E ancora, riferendosi ai vertici di Trenitalia: “Si stanno affannando a darci il risarcimento.

Ma i loro soldi se li tengano!”. La Rombi, annunciando la presenza della sua associazione davanti alla Camera dei deputati a Roma, mercoledì 13 aprile, per protestare contro la riforma per il processo breve, ha consegnato al sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, gli atti del convegno sulla sicurezza nei trasporti organizzato a Viareggio nell’ottobre scorso. Cosimi, da parte sua, ha osservato che “il bisogno di giustizia, in casi come quelli del Moby o di Viareggio, unisce le richieste dei familiari delle vittime a quelle delle istituzioni”. Mercoledì prossimo, a Roma, ci saranno anche i comitati e le associazioni dei familiari delle vittime del Moby, oltre a quelle di altre tragedia fra cui i comitati dei terremotati de L’Aquila.

Livorno: Caso Moby,mani tese dai viaregginiultima modifica: 2011-04-11T16:30:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento