Pisa: Parchi europei

 

Renzo Moschini per greenreport

La Legautonomie e l’associazione Focus Europe nell’ambito del Programma Europa per i cittadini 2007-2013 promuovono per il periodo Settembre 2011 – Maggio 2012 un progetto denominato PARK (European Protected AReas NetworK). Questo Progetto  è stato pensato per creare una rete di persone, provenienti da diverse parti d’Europa, capace di sviluppare, approfondire e condividere i temi connessi alla gestione delle aree protette in Europa. Per far ciò i soggetti promotori, mediante il supporto di esperti e tecnici del settore, organizzeranno 4 eventi da svolgersi nei Paesi comunitari aderenti al progetto.

Il progetto PARK vede il partenariato di 27 Comuni europei tra cui 17 italiani e 10 esteri (Francia, Spagna, Romania, Albania e Croazia). Gli Eventi in fase di strutturazione sono previsti a Pisa (settembre 2011), a Manises (Spagna – ottobre 2011), a Valreas (Francia – gennaio 2012 ) e a Cagliari (maggio 2012).

Il tutto prenderà avvio a Pisa dall’8 al 12 settembre. In questi cinque giorni, con il contributo di circa 40 partecipanti internazionali verranno creati spazi di discussione, approfondimento e condivisione finalizzati all’analisi dello stato attuale e all’individuazione di strategie comuni volte alla soluzione dei gravi problemi che, oggi più che mai, insistono sulla gestione delle aree protette.

La prima e significativa peculiarità della manifestazione pisana è che a promuoverla è una associazione istituzionale non settoriale essendo essa rappresentante di comuni, province e regioni. Per di più il Programma europeo  ove si colloca il progetto riguarda la cittadinanza comunitaria e la creazione di spazi di interazione tra le comunità e le  rispettive amministrazioni di diversi territori europei.

E’ quindi significativo che per la prima volta  a occuparsi dei Parchi, nella loro complessità e nelle loro molteplice funzioni, non sia un singolo comparto istituzionale ma una associazione che le raggruppa tutte.

Si tratta quindi di una occasione  particolarmente importante soprattutto in una  fase,  come quella attuale, tanto critica per i nostri parchi.

Crisi generale ossia di  tutti i parchi nazionali e regionali e soprattutto delle aree protette marine. Il confronto europeo permetterà sicuramente di cogliere meglio anche i rischi che stiamo correndo dopo che eravamo riusciti a non essere più il fanalino di coda della Comunità Europea. Toccheremo con mano che siamo noi ora a uscire dal gruppo dei virtuosi.

L’altra significativa e positiva specificità dell’evento è che la sua creazione  si avvale del confronto e della collaborazione del Parco di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli e delle istituzioni locali che parteciperanno attivamente al programma con iniziative di accoglienza e di dibattito. All’appuntamento pisano saranno coinvolti anche molti altri soggetti associativi e del mondo della ricerca. Come si può vedere  Pisa e la Toscana con il loro Parco, le istituzioni locali con la loro sensibilità ambientale, gli istituti di ricerca locali, impegnati oggi più che mai sulle tematiche ambientali, possono svolgere e svolgeranno un ruolo estremamente importante e qualificato anche sul piano nazionale e internazionale sviluppando e approfondendo tematiche oggi tra le più delicate e scottanti non solo per l’Italia.

Metteremo in vetrina anche il nostro territorio, le sue bellezze e i suoi valori identitari attraverso l’organizzazione di visite guidate in città e nel Parco. Affronteremo, al tempo stesso, questioni e problemi che oggi  troppo spesso vengono elusi e gestiti rovinosamente.

Siamo certi di poter contare per questo sul supporto dei tanti soggetti, non soltanto istituzionali, che, sui grandi temi della biodiversità, del paesaggio, del mare, della costa, dei fiumi, della agricoltura, della pesca e della nautica, operano da anni con impegno e determinazione.

Pisa: Parchi europeiultima modifica: 2011-04-12T18:46:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento