Pontedera (PI): White Balance

TTRI DI LUCE E CINEMA
 
L’immagine protagonista di un’esplorazione portoghese
foto L’immagine viene indagata. Scomposta, filtrata, fusa e amalgamata con suoni intermittenti e meccanici. Fotogrammi frenetici scorrono e s’inceppano. Materiali tecnologici, spazi scomposti e psichedelici animano i progetti sperimentali di Hugo Olim. Il giovane video artista portoghese esplora la natura dell’immagine con gli strumenti della tecnologia moderna. Come un sapiente investigatore avanguardista studia le relazioni dell’immagine con il suono, lo spazio e il tempo. Numeri. Buio. Spettri di luce. Interferenze di segnale. Onde sonore. Vibrazioni. Hugo Olim si diverte a mischiare questi elementi, giocando con le creative possibilità dei nuovo media.
Hugo Olim è nato a Madeira (Portogallo) dove ha studiato e lavora. Esperto nel campo delle arti visuali – in particolare video e fotografia – è diventato giovanissimo professore del dipartimento di Arte e Design all’Università di Madeira. Ha già esposto in molte gallerie, festival e biennali di livello nazionale e internazionale. 
“WHITE  BALANCE” (bilanciamento di bianchi) è  il titolo della mostra – installazione che il Centrum Sete Sois Sete Luas di Pontedera ospita in prima nazionale dal 23 Aprile al 14 Maggio. Nel video e nella fotografia digitale, il bilanciamento dei bianchi serve per regolare le camere alla temperatura del colore esistente nell’ambiente dove stiamo filmando o fotografando. Il bianco è il colore della luce. Hugo Olim in questa mostra propone uno spettro luminoso di foto, video e installazioni che direttamente o indirettamente rimandano al cinema e alla memoria cinematografica.
L’inaugurazione di sabato 23 aprile, alle ore 18 al Centrum Sete Sois Sete Luas di Pontedera, prevede l’intervento musicale degli allievi dell’Accademia della Chitarra “S.Tamburini” e un aperitivo mediterraneo. L’artista illustrerà e orienterà il pubblico nella sua indagine sperimentale. Inoltre, verrà effettuato un collegamento in diretta con il Centrum SSSL di Ponte de Sor (Portogallo), dove sarà inaugurata in contemporanea l’esposizione del pittore marocchino Ouazzani.
Il Festival SSSL ospita nelle sue “case” – i Centrum per le Arti del Mediterraneo e del mondo lusofono – artisti rappresentativi e affermati nel proprio paese d’origine ma non ancora a livello internazionale, con lo scopo ambizioso di far conoscere la cultura mediterranea e lusofona nei 10 paesi della Rete SSSL (Brasile, Capo Verde, Croazia, Francia, Grecia, Israele, Italia, Marocco, Portogallo e Spagna).

Centrum Sete Sóis Sete Luas
Viale Rinaldo Piaggio, 82 (uscita stazione FS, lato Piaggio)
Pontedera (Pi)
Inaugurazione: sabato, 23 aprile, ore 18:00
Orario mostra:
tutti i giorni (escluso domenica e festivi) ore 16-20
Altri orari su appuntamento
fino al 14 maggio
Ingresso libero
Info
: 0587.090493; info@7sois.org;
www.7sois.eu

DI LUCE E CINEMA
 
L’immagine protagonista di un’esplorazione portoghese  L’immagine viene indagata. Scomposta, filtrata, fusa e amalgamata con suoni intermittenti e meccanici. Fotogrammi frenetici scorrono e s’inceppano. Materiali tecnologici, spazi scomposti e psichedelici animano i progetti sperimentali di Hugo Olim. Il giovane video artista portoghese esplora la natura dell’immagine con gli strumenti della tecnologia moderna. Come un sapiente investigatore avanguardista studia le relazioni dell’immagine con il suono, lo spazio e il tempo. Numeri. Buio. Spettri di luce. Interferenze di segnale. Onde sonore. Vibrazioni. Hugo Olim si diverte a mischiare questi elementi, giocando con le creative possibilità dei nuovo media.
Hugo Olim è nato a Madeira (Portogallo) dove ha studiato e lavora. Esperto nel campo delle arti visuali – in particolare video e fotografia – è diventato giovanissimo professore del dipartimento di Arte e Design all’Università di Madeira. Ha già esposto in molte gallerie, festival e biennali di livello nazionale e internazionale. 
“WHITE  BALANCE” (bilanciamento di bianchi) è  il titolo della mostra – installazione che il Centrum Sete Se Luas di Pontedera ospita in prima nazionale dal 23 Aprile al 14 Maggio. Nel video e nella fotografia digitale, il bilanciamento dei bianchi serve per regolare le camere alla temperatura del colore esistente nell’ambiente dove stiamo filmando o fotografando. Il bianco è il colore della luce. Hugo Olim in questa mostra propone uno spettro luminoso di foto, video e installazioni che direttamente o indirettamente rimandano al cinema e alla memoria cinematografica.
L’inaugurazione di sabato 23 aprile, alle ore 18 al Centrum Sete Sois Sete Luas di Pontedera, prevede l’intervento musicale degli allievi dell’Accademia della Chitarra “S.Tamburini” e un aperitivo mediterraneo. L’artista illustrerà e orienterà il pubblico nella sua indagine sperimentale. Inoltre, verrà effettuato un collegamento in diretta con il Centrum SSSL di Ponte de Sor (Portogallo), dove sarà inaugurata in contemporanea l’esposizione del pittore marocchino Ouazzani.
Il Festival SSSL ospita nelle sue “case” – i Centrum per le Arti del Mediterraneo e del mondo lusofono – artisti rappresentativi e affermati nel proprio paese d’origine ma non ancora a livello internazionale, con lo scopo ambizioso di far conoscere la cultura mediterranea e lusofona nei 10 paesi della Rete SSSL (Brasile, Capo Verde, Croazia, Francia, Grecia, Israele, Italia, Marocco, Portogallo e Spagna).

 

Pontedera (PI): White Balanceultima modifica: 2011-04-13T10:20:03+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento