Pistoia: Eccellenza ferroviaria

 

 

Pistoia anche nei prossimi anni continuerà ad essere il punto di riferimento per l’innovazione nel settore ferroviario. E’ stata infatti  recepita integralmente dalla Regione Toscana la proposta formulata dal Tavolo di concertazione provinciale, relativa al ruolo primario di Pistoia nell’ambito del Distretto per le Tecnologie ferroviarie, l’alta velocità e la sicurezza delle reti. Il testo sarà quindi inserito all’interno del Piano regionale di sviluppo 2011 – 2015 (Prs), che dovrà passare all’approvazione del Consiglio regionale.

«Sono soddisfatta di questo primo risultato, conquistato con l’impegno di tutti i soggetti del tavolo di concertazione, istituzioni, rappresentanze economiche e sindacali, e dei consiglieri regionali, Caterina Bini e Gianfranco Venturi – ha dichiarato il presidente della provincia Federica Fratoni (Nella foto) – è la prima volta che una proposta viene recepita integralmente dalla Regione all’interno del Prs. Tutte le rappresentanze pistoiesi sono unite e determinate nella volontà di sostenere il Distretto e il ruolo primario che deve giocare la nostra città. In questo contesto rientra la candidatura di Pistoia Futura, avanzata per il coordinamento del Distretto, che sarà recepita dalla Regione in successivi passaggi formali». Pistoia è già un punto di riferimento e di eccellenza per il settore ferroviario forte di 2600 addetti nelle tecnologie e nei servizi del materiale rotabile, con la centralità dell’Ansaldo Breda, ma anche per un sistema di medie e piccole imprese dell’indotto diffuse sul territorio.

Questo “nodo” è in collegamento poi con il Polo Tecnologico dell’Osmannoro e con l’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria a Firenze, fra cui i laboratori accreditati per la Modellazione Dinamica e Meccatronica (MDM Lab) e il CEQ, per la caratterizzazione dei materiali e delle produzioni meccaniche ferroviarie, per formare una “rete” tra il comparto produttivo, quello del trasferimento tecnologico e dell’innovazione e quello istituzionale, con il coinvolgimento degli enti locali e delle rappresentanze sociali.

«Il traffico su rotaia è la nuova sfida del futuro, con un mercato in evoluzione che vede in Toscana e a Pistoia lo scenario ottimale per consolidare una realtà tecnologica di alto livello – ha continuato Fratoni – l’opportunità del Distretto diventa fondamentale adesso, in un momento in cui Ansaldo Breda si appresta ad affrontare la commessa dell’alta velocità ed è in attesa della gara per i treni regionali, con importanti ricadute sull’indotto e sull’economia del territorio» ha concluso il presidente della provincia.

greenreport

Pistoia: Eccellenza ferroviariaultima modifica: 2011-04-15T17:25:25+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento