Firenze: Thomas Wunsch

Cosa hanno in comune il pianista americano Keith Jarrett, il compositore tedesco Helmut Lachenmann, il suonatore tunisino di Oud Anouar Brahem?

Tutti hanno pubblicato i loro Cd con la famosissima casa discografica ECM che arricchisce le sue produzioni con le foto del fotografo di Wiesbaden Thomas Wunsch.
Lo stesso vale per il batterista Paul Montian, il pianista Marcin Wasilewski, Nik Bärtsch e Christian Wallumrod così come per il bassista Arild Andersen- perchè dal 2001 Wunsch è uno degli artisti prescelti per dare il volto alla ECM.

Con questo Wunsch è parte di un progetto molto ambizioso, perchè ECM non ha solo la responsabilità per tutta una serie di sviluppi musicali, principalmente nel jazz europeo, ma dimostra sempre raffinatezze grafiche, che i beni di consumo possono contenere anche alte esigenze creative.

Le fotografie di Thomas Wunsch aspirano all’astrazione – un tentativo irragiungibile fino a quando un’obiettivo fotografico cattura tracce di luce. Certo la realtà catturata riflette un frammento ispirante, risveglia pensieri e costruisce un paesaggio sognante davanti allo sguardo interiore.
Qui Wunch unisce il sentire e il vedere con un inaspettato punto di vista: Il continuo ripetere della ECM “suono del silenzio” provoca la stessa abissale immaginazione.

Thomas Wunch (nato nel 1957) si è dedicato intensamente alla fotografia fin da bambino. A 17 anni risale la sua prima residenza in USA dove diventò membro del “ Kodak Young Photographers League”. Facendola diventare più tardi la sua professione, concentrandosi per molti anni sulla realizzazione di paesaggi culturali americani.

Nel 1980 aprì uno studio in Amburgo, dedicandosi alla fotografia commerciale (moda, natura, ritratti ecc.), fotografando tra gli altri personaggi come Barbra Streisand, Frank Zappa o Steve Reich.
Al 1983 risale la sua prima mostra nella galleria Palme ad Amburgo.

Nel 1984 di trasferisce nuovamente in USA lavorando stabilmente come fotografo in uno studio cinematografico.
Dal 2001 risale l’inizio della collaborazione con l’ECM.

Le sue fotografie mostrano l’aspetto informale e astratto del suo lavoro e danno l’impressione di essere di un’altra epoca.
Questo dipende innanzitutto da una rigorosità formale che nell’epoca della lucentezza perfetta della fotografia, sembra essere di altri tempi, ma anche dalle ombre, dalle inclinazioni, dagli offuscamenti intrinsechi nelle sue foto.
Forse riconosciamo aspetti di osservazioni personali o di frammenti di sogni.

Wunsch ci dice: “ con le mie foto vorrei sfiorare l’anima delle persone. Quando ci riesco, esse possono spiegare cosa ivi ho adagiato dentro. Egli si rapporta con questa dichiarazione al Misticismo che si nasconde nelle cose.

Oltre alla presenza dell’artista la serata sarà accompagnata dal musicista Anthony Sidney
che eseguirà alcune sue composizioni per chitarra classica del suo ultimo progetto sulle campane di Firenze
intervento di Sonia Zampini (critico d’arte)

Immaginaria Arti Visive Gallery
via guelfa n.22/a, Firenze
Orari: da lunedì a sabato, 9.30 – 13.00, 15.30 – 19.30
domenica: 16.00 – 19.30
Ingresso libero

undo

Firenze: Thomas Wunschultima modifica: 2011-04-22T10:12:17+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento