Piano di Mommio (LU): La Buca delle Fate

Sono terminate le opere di ripristino di un tratto di sentiero che conduce alle prime grotte del complesso denominato “Buca delle Fate” a Piano di Mommio. “Questo intervento, atteso da tempo dai cittadini della frazione e non solo, è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra il Comune di Massarosa e l’Unione di Comuni, la quale ha messo a disposizione proprio personale esperto in interventi forestali – sottolinea l’assessore all’ambiente Damasco Rosi . Le condizioni in cui versava l’area, infatti, erano tali da non consentire più l’accesso ad essa, sia per la fitta vegetazione, che per la presenza di rifiuti di qualsiasi genere. I lavori hanno interessato il percorso, con il rifacimento di alcuni passaggi del sentiero ed il posizionamento di palizzate in legno per evitare pericoli di caduta”.

Con questa operazione, si è riportato alla fruibilità un sito di inestimabile pregio sia dal punto di vista naturalistico, che storico/archeologico. “In questi luoghi- ricorda Rosi – posti sui primi versanti della valle solcata dal torrente Ritomboli, sono stati rinvenuti, a partire dagli anni sessanta e durante scavi condotti dall’Università di Pisa e dal Gruppo di ricerche preistoriche e archeologiche Alberto Carlo Blanc di Viareggio, importanti testimonianze del nostro passato preistorico”.

All’interno di queste grotte (Buca delle Fate nord, Buca delle Fate sud, Grotta del Capriolo, Buca di Fondineto e Buca della Iena) sono stati recuperati resti di sepolture, vasi, pietre lavorate ed altri oggetti risalenti all’età del rame (periodo in cui evidentemente già si praticava il culto dei defunti) e al paleolitico, che oggi si trovano in una sala del palazzo Paolina di Viareggio.

L’intenzione, dopo questo primo intervento, è, ovviamente – prosegue Rosi – quella di proseguire, nei mesi futuri, con il ripristino di tutti i sentieri che conduco alle altre grotte, se possibile, ancora in collaborazione con l’Unione dei Comuni, che tramite il Presidente Maurizio Verona si è mostrata, come sempre, sensibile anche a queste tematiche. Vorremmo, inoltre, valorizzare questo sito anche a fini turistici, pertanto, nelle prossime settimane sarà elaborata un’apposita cartellonistica con pannelli esplicativi ed indicativi, che verranno posti lungo il percorso che porta all’area”.

Si ricorda a coloro che volessero raggiungere le grotte che possono farlo, viste le piccole dimensioni della strada di accesso, solo a piedi, partendo dalla piazza del mercato di Piano di Mommio e proseguendo per circa un chilometro lungo la via che conduce all’abitato di Mommio Castello.

Si raccomanda, infine, a tutti gli utenti che volessero visitare l’area, di non esporsi a inutili pericoli e di prestare la massima attenzione, oltre che di avere un comportamento rispettoso nel confronti dell’ambiente, pena l’applicazione, ai trasgressori, di severi provvedimenti sanzionatori.

loschermo
Piano di Mommio (LU): La Buca delle Fateultima modifica: 2011-04-22T09:58:37+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Piano di Mommio (LU): La Buca delle Fate

Lascia un commento