Firenze: Ryoichi Kurokawa

NOTTE BIANCA FIRENZE   Grazie alla collaborazione del Musicus Concentus la Notte Bianca 2011 di Firenze presenterà la straordinaria performance di Ryoichi Kurokawa, il giovane artista giapponese acclamato per la singolare prospettiva con cui opera tra musica e video. A Firenze Ryoichi Kurokawa, in anteprima italiana, presenterà RHEO, un’opera ispirata al “panta rei&r dquo; di Eraclito, pensata come un trittico dei dipinti antichi, che prevede l’uso di tre grandi schermi verticali allineati e un sistema sonoro surround, con cui l’artista giapponese rappresenta la sua visione del continuo scorrere dell’esistenza.

Nato a Osaka nel 1978 Ryoichi Kurokawa ha iniziato a presentare i suoi lavori nel 1999, partecipando tanto a festival musicali che cinematografici, pubblicando le sue realizzazioni su cd e dvd. In breve il suo talento lo ha visto approdare in alcuni dei luoghi più prestigiosi dell’arte e della musica contemporanea in Europa, Asia e Usa, tra cui la Tate Modern a Londra, il museo Macba a Barcellona, i festival Mutek in Canada e Ars Electronica in Austria. Quest’ultimo, nell’edizione 2010, lo ha premiato con il Prix Ars Electronica collocando così Kurokawa di fianco a personaggi quali Bernard Parmegiani, Peter Gabriel, Aphex Twin, carsten nicolai, Thomas Koener e Ryoji I keda.

Per la Notte Bianca a Firenze Ryoichi Kurokawa presenterà “RHEO”, una delle sue creazioni più incantatorie e spettacolari. “RHEO” riflette sul continuo scorrere delle cose, partendo dal “panta rei” di Eraclito e ricorrendo all’uso di immagini reali, di registrazioni sul campo, di suoni ed immagini generate elettronicamente, unite in una narrazione astratta e poetica.

L’anteprima italiana di RHEO di Ryoichi Kurokawa avrà due rappresentazioni alle ore 22.00 e alle ore 1.00.

INGRESSO GRATUITO

INFO: www.musicusconcentus.com – tel. 055 287347

FACEBOOK: www.facebook.com/event.php?eid=216528501707307

 

Firenze: Ryoichi Kurokawaultima modifica: 2011-04-28T09:20:19+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento