Seravezza (LU): Galaxia Medicea

Proseguono a Seravezza (Lucca) gli appuntamenti di Galaxia Medicea, Festival di arte, cultura e musica elettronica della Versilia organizzato dall’associazione culturale officina TodoModo, che lo scorso 23 aprile ha inaugurato la sua terza edizione con una mostra dedicata a Bruno Munari.

Legato al percorso espositivo, è in programma giovedì 5 maggio alle 15 presso il Palazzo Mediceo un incontro con proiezioni e dibattito dedicato al Cinema dello Studio di Monte Olimpino e curato da Andrea Piccardo che, cresciuto professionalmente nello studio del padre, racconterà al pubblico l’esperienza del cinema di ricerca di Bruno Munari e Marcello Piccardo negli anni compresi tra il 1962 e il 1972.

Lo Studio di Monte Olimpino, Laboratorio di cinema di ricerca, nasce infatti nel 1962, nella località omonima, vicino Como, per iniziativa di Bruno Munari e Marcello Piccardo e per circa dieci anni rappresenta un luogo del tutto unico nella storia della cinematografia italiana.

Sull’onda della sperimentazione degli anni Venti e Trenta, e con l’aiuto di tecnici specializzati, Munari e Piccardo decidono di esplorare le capacità artistiche ed estetiche del cinema, inteso non più solo come mezzo di spettacolo ma come vero e proprio strumento di ricerca.

Il risultato di questa intensa attività sono circa cinquanta cortometraggi, divisi tra film di ricerca e film d’informazione pubblicitaria, ognuno caratterizzato da processi di produzione, realizzazione e distribuzione sempre diversi e che ancora oggi costituiscono un punto di riferimento importante per la storia della ricerca cinematografica sia italiana che internazionale.

Durante l’incontro verranno proiettati alcuni dei filmati di informazione pubblicitaria realizzati per il cinema e la televisione e non inseriti nella rassegna espositiva dedicata a Bruno Munari, il video Marcello Piccardo, l’informazione capovolta e altri filmati a supporto della presentazione,  dei quali Andrea Piccardo descriverà nei dettagli sia le lavorazioni tecniche che le motivazioni produttive.

Sempre nella mattinata del  5 maggio, inoltre, avrà luogo il primo dei laboratori ludico-didattici organizzati da Officina TodoModo per la sezione Galaxia Lab, che fino al 20 maggio si svolgeranno a Palazzo Mediceo nella stanza principale della mostra.

Tutti i laboratori sono spirati alla filosofia, alle opere e al pensiero di Bruno Munari e sono rivolti agli alunni delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie dell’Istituto comprensivo di Seravezza. Con lo scopo di favorire lo sviluppo cognitivo, affettivo e relazionale dei bambini attraverso l’attività ludica, si chiederà infatti ai bambini di usare materiali di riciclo per la costruzione di tavole tattili, di produrre rumori che si trasformano in suoni e di cimentarsi in una produzione grafico-espressiva, ricalcando le metodologie seguite da Munari.

Quattro le aree tematiche dei laboratori, tutti tenuti da insegnanti che operano da anni nel settore pedagogico e che usano ormai regolarmente le nuove tecnologie: Il suono del fare (insegnanti Lara Tabarrani, Leonardo Palmerini, Luca Niccolai), Introduzione Bruno Munari e mondo del design (insegnante Andrea Borghi), Con-Tatto e Impossibles machines (insegnante Susanna Tesconi).

La mostra Bruno Munari Immagine + Suono + Luce resterà aperta fino al 29 maggio, dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 19.30 e la domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.30.   L’ingresso a tutte le iniziative è gratuito.  Per info: Galaxia Medicea, e-mail info@galaxiamedicea.it, sito web www.galaxiamedicea.it; Fondazione Terre Medicee, tel. 0584.757443, e-mail: info@terremedicee.it, sito web: www.terremedicee.it.

loschermo

Seravezza (LU): Galaxia Mediceaultima modifica: 2011-05-05T10:07:42+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento