Firenze: Tutti a pescare!

Oltre 5 mila partecipanti (fra atleti, accompagnatori, allenatori, giudici, commissari), con un indotto stimato in 30 mila persone, 66 nazioni rappresentate, 7 province coinvolte che saranno teatro di 12 campionati, su acqua dolce e salata.

Questi i numeri per la Toscana dei prossimi “Campionati mondiali di pesca sportiva” che si terranno dal 28 agosto al 4 settembre 2011.

Oltre ad una presenza in forze, distribuita sulla prevalenza del territorio regionale, sia interno che costiero, la Toscana sarà inoltre la cornice della cerimonia inaugurale, che si terrà a Firenze, nella sede dell’ippodromo delle Cascine.  La cerimonia, in programma per il pomeriggio del 28 agosto, vedrà la presenza delle autorità, dei musici e degli armati del calcio storico fiorentino, mentre i partecipanti al campionato sfileranno all’interno dell’ippodromo.

“Si tratterà – ha sottolineato l’assessore all’agricoltura, caccia e pesca della Regione Toscana, Gianni Salvadori, che ha presentato l’iniziativa durante una conferenza stampa insieme al presidente nazionale della Fipsas, Ugo Claudio Matteoli  e al presidente regionale del Coni, Paolo Ignesti– di un evento unico nel suo genere, che torna in Toscana per la seconda volta in dieci anni.

Un evento che coinvolge ben 7 province toscane (Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa e Carrara e Pisa) e che si svolge sia con prove in acqua dolce sia con prove in mare.

Come Regione siamo ben lieti di ospitare e supportare questa manifestazione, che rientra nel contesto del lavoro che ormai da anni stiamo portando avanti per far riscoprire ai nostri ragazzi la pesca e il grande patrimonio fluviale e marino di cui la Toscana è ricca. Questa manifestazione riunisce in sé la valenza sportiva, ma anche quella ambientale e naturalistica, e certamente anche quella turistica e porterà in Toscana migliaia di persone provenienti da tutto il mondo.”

Salvadori, insieme a Ignesti e Matteoli hanno anche ricordato l’importante valenza ambientale dei pescatori. “Siamo – ha detto il presidente Fipsas – riconosciuti come “sentinelle dell’ambiente” dal Ministero dell’Ambiente e siamo l’unica fra le associazioni sportive aderenti al Coni ad evere questo riconoscimento.” Matteoli ha poi dato alcuni numeri. In Italia sono circa 1 milione e mezzo i pescatori, circa 600 mila coloro i quali hanno l’autorizzazione alla pesca in mare. In Toscana circa 45 mila pescatori d’acqua dolce, ai quali si aggiungono i pescatori in mare. Il totale supera i 100 mila.  Gli aderenti alla Fipsas in Italia sono 230 mila con 3500 società.

Ed ecco le discipline e i relativi campi di gara della tappa toscana dei campionati.

Fipsed – Acque Dolci

Pesca al colpo – Donne: Firenze – Fiume Arno- Terrapieno

Pesca al colpo- Master: Firenze – Fiume Arno- Fonderia

Pesca al colpo – Giovani Under 14: Pisa – Fiume Arno – Fornacette

Pesca al colpo – Giovani Under 18: Pisa- Fiume Arno – Castelfranco

Pesca al colpo- Giovani Under 22: Pisa – Fiume Arno – Calcinaia

Fips – Mer- Acque Marittime

Pesca da natante- Seniores: Livorno – Secche di Vada

Pesca da natante – Juniores: Livorno – Secche di Vada

Surf Casting- Uomini: Lucca – Migliarino

Surf Casting – Donne: Massa 

Canna da riva: Grosseto- Porto Santo Stefano

Long casting: Pisa – Coltano

Fips Mouche – Pesca con la mosca

Pesca con mosca giovani: Arezzo – Fiume Tevere

Riscoprire con la pesca il patrimonio acquatico della Toscana

L’assessore Salvadori ha inoltre ricordato le principali iniziative della Toscana in tema di pesca.

Fra queste il progetto “Pesca per tutti”, giunto alla VI edizione, rivolto ai bambini, ai nonni e alle persone diversamente abili, finalizzato alla diffusione della cultura dell’acqua e di un corretto approccio alla pesca.

Il “Progetto di reclutamento e preparazione di volontari nel settore della vigilanza ittica”, finalizzato alla formazione di figure che uniscano la funzione di controllo con quella di guide dei fiumi e della fauna ittica.

Il progetto “Cultura dell’acqua e della pesca” destinato alle classi IV e V della scuole elementari e I e II delle medie, per un totale di 1000 alunni, che ha visto coinvolta l’Agenzia Scolastica della Toscana e ha permesso ai ragazzi di prendere dimestichezza con la natura e la cultura dell’acqua.

Infine una serie di progetti mirati, come quello di restauro del “retone storico” sul Fiume Morto, vicino a San Rossore, la riqualificazione fluviale del Bisenzio in località Colonia nel Comune di Vernio e la dotazione di attrezzature per la pesca e l’educazione ambientale nel comune di Seggiano in provincia di Grosseto.  “Complessivamente – ha concluso Salvadori – una serie di attività legate all’ambiente acquatico che ora trova il suo coronamento con questa vera e propria “olimpiade della pesca” e che serve a ricreare nei giovani quella consapevolezza delle risorse naturali toscane che fino a qualche decennio fa era patrimonio di tutti, giovani e meno giovani.”

Firenze: Tutti a pescare!ultima modifica: 2011-06-30T16:07:44+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento