Firenze: Art&Tourism

Mettere in contatto tutti gli attori della filiera del turismo culturale, che da solo nel mondo muove oltre 300 milioni di viaggiatori. Questo l’obiettivo principale di Art&Tourism, la nuova fiera targata TTG che debutterà il prossimo anno a Fortezza da Basso di Firenze, dal 18 al 20 maggio. Un format innovativo, che darà spazio sia all’aspetto prettamente b2b sia all’apertura al pubblico. Una fiera suddivisa in aree tematiche che metterà in mostra le destinazioni, l’offerta culturale e artistica, le grandi manifestazioni, le ‘smart cities’, le società di servizi correlate alla cultura e il mondo della formazione.

La fiera prende forma
“All’indomani di TTG Incontri e dell’avvio ufficiale della commercializzazione di Art&Tourism – sottolinea l’amministratore delegato di TTG Italia Paolo Audino – la risposta del mercato è molto buona. Al di là dei numerosi contratti già firmati e delle trattative in corso, il sentiment del mercato è eccellente, sia nel mondo delle imprese turistiche, sia in quello degli operatori di arte e cultura, sia infine nelle istituzioni”. In queste settimane la nuova fiera sta prendendo forma ed è già stata definita la suddivisione degli espositori nei padiglioni del complesso fiorentino: “Un layout – aggiunge Audino – che consentirà a visitatori trade e pubblico di effettuare una visita ragionata, lungo percorsi che costituiranno dei fil rouge tra le principali attrattive e destinazioni di turismo culturale”.

Contenuti in primo piano
Al centro dell’attenzione saranno anche i contenuti: la convegnistica, la formazione e gli eventi. “Nel primo caso sono previsti tre convegni principali – spiega l’a.d. -, uno per giorno, durante i quali verranno trattate tematiche di tipo istituzionale, scientifico e culturale; questi saranno poi accompagnati da seminari di contorno che completeranno la proposta. La formazione invece sarà rivolta in modo specifico agli operatori di turismo e cultura”.  Sul fronte degli eventi a Fortezza da Basso saranno presenti tre piazze dove già da venerdì, ma in particolare il sabato e la domenica, si susseguiranno spettacoli e performance.
   
Gli spazi dedicati al trade
“Tornando all’aspetto trade – entra nel dettaglio Paolo Audino – i visitatori della fiera saranno t.o. nazionali e internazionali interessati all’offerta artistica e culturale presente in fiera. Saranno ospiti della manifestazione e usufruiranno di un programma di incontri preorganizzati gestiti tramite agende online”. Sono inoltre attesi numerose agenzie di viaggi e trade visitor del settore “proprio perché la manifestazione rappresenta un momento unico di incontro tra domanda e offerta – aggiunge -: riteniamo infatti che soprattutto le adv, in questo momento di volatilità, siano alla ricerca di nuovi prodotti e accordi che contano, come in questo caso, su un turismo individuale ancora prevalente”.

Promozione sul web
Anche il web sarà grande protagonista nella promozione di Art&Tourism, soprattutto con iniziative di tipo social; in arrivo anche importanti accordi di partnership e sponsorship “che daranno alla fiera le dimensioni e la visibilità che il mondo della cultura e del turismo si aspettano” dice ancora Audino, che rivela poi un aspetto legato al territorio che ospiterà l’evento: “La reazione più significativa alla novità è stata proprio quella della Regione Toscana, che ha messo da subito a disposizione le sue strutture, come Toscana Promozione e Toscana Lab, per lavorare concretamente sul progetto. A testimonianza anche della sensibilità dell’assessore Cristina Scaletti, che segue proprio le aree di Turismo e cultura”.


 
ttg
Firenze: Art&Tourismultima modifica: 2011-10-31T19:15:27+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento