Livorno: Bottini dell’Olio e Luogo Pio

 

Le strutture ospiteranno un museo della città, un museo di arte contemporanea e la biblioteca civica

 

 

Un’associazione temporanea di imprese (composta dalla Società Edilizia Tirrena SET s.p.a. di La Spezia, la società Impianti Industriali srl di Pisa e la società ITECI Impianti di Livorno) si è aggiudicata il 3 novembre, la gara per l’affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione lavori finalizzati al recupero del complesso Bottini dell’Olio-Chiesa del Luogo Pio, distrutti dai bombardamenti inglesi nella seconda guerra mondiale e destinati ad ospitare un museo della città, un museo di arte contemporanea, la biblioteca civica.

L’importo della gara è di 4 milioni e 907.072,18 euro, finanziati in base ai progetti PIUSS.
Si tratta della quarta gara del piano Piuss che viene aggiudicata (la seconda per la rilevanza dell’importo), nei termini temporali previsti dalla Regione Toscana. Anche in questo caso, come per la gara di Dogana d’Acqua, nella compagine che si è aggiudicata la gara è presente una impresa livornese.

La gara, alla quale hanno partecipato altri 11 soggetti imprenditoriali, si è svolta secondo il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa. Non si valutava cioè il “prezzo” più basso, ma, oltre agli aspetti economici, quelli legati alla parte tecnica del progetto. Infatti nel gruppo di lavoro per la progettazione dell’Ati che si è aggiudicata la gara, sono presenti professionisti con una vastissima esperienza nel restauro di edifici storici (ampliamento del Museo dell’Opera del Duomo di Firenze, restauro del trecentesco palazzo di Arnolfo a San Giovanni Valdarno, illuminazione del David di Michelangelo ecc) e una specifica competenza negli allestimenti museali (all’attivo oltre 30 musei e 40 mostre temporanee).

Il progetto presentato – secondo la commissione giudicatrice – migliora la parte relativa ai restauri, quella strutturale e impiantistica e offre come arricchimento il ricongiungimento provvisorio dei Bottini dell’Olio alla Chiesa del Luogo Pio.
Sono state apprezzate dalla commissione giudicatrice anche quelle riguardanti la tutela e la stabilità dei lavoratori, le proposte tese al rispetto dell’ambiente (qualità dei materiali, acquisti a km zero), al risparmio energetico, al riciclaggio dei rifiuti.
Si prevede che ad inizio del prossimo anno possa partire la fase della progettazione esecutiva, per poi poter avviare i lavori agli inizi della prossima estate. Prossima “tappa” dei PIUSS, il complesso dello scoglio della Regina.
Nelle prossime settimane è prevista infatti l’aggiudicazione della gara relativa al recupero struttura, quinto progetto inserito nel piano dei Piuss.

quilivorno

 

 
 
 
Livorno: Bottini dell’Olio e Luogo Pioultima modifica: 2011-11-04T22:28:59+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento