Lucca: Quartetto cameristico

 


Prosegue la 48esima Stagione Cameristica Invernale dell’Associazione Musicale Lucchese con l’appuntamento di domenica 26 febbraio alle ore 17, nell’auditorium di San Micheletto. Ad esibirsi Giuseppe Bruno Carlo Palese al pianoforte insieme ad Alberto Bosio Daniele Lunardini alle percussioni, un quartetto d’eccezione composto da grandi interpreti italiani, concertisti in carriera nonché docenti di conservatorio, che eseguirà un programma che spazia dal Romanticismo ai nostri giorni, con brani di Franz Liszt, Maurice Ravel, Claude Debussy, Béla Bartók e del compositore contemporaneo lucchese Giorgio Angelo Lazzarini.

Aprirà il concerto Les préludes, il terzo e più famoso dei tredici poemi sinfonici di Franz Liszt. Pubblicato per la prima volta nel 1856, nel corso della Seconda Guerra Mondiale il motivo della fanfara della marcia finale divenne il tema principale del giornale radio della Wehrmachtbericht e dei cinegiornali del Die Deutsche Wochenschau.

Dopo Neve a San Giuda di Lazzarini e un Notturno di Debussy, si continuerà con La Valse di Maurice Ravel, “un grande valzer, una sorta di omaggio alla memoria del grande Strauss, non Richard, l’altro, Johann” come viene definita l’opera in una lettera autografa dell’autore.

Chiuderà il concerto la Sonata per due pianoforti e percussioni, lavoro strumentale di Bela Bartok, composto nell’estate del 1937. Senza dubbio una delle opere più originali e significative del repertorio bartokiano in cui i diversi strumenti percussivi assumono ruoli differenti a seconda del loro timbro, ‘colorando’ o potenziando gli accenti più importanti della musica.

Giuseppe Bruno si è diplomato a pieni voti in pianoforte, è attualmente direttore del conservatorio di La Spezia. Ha suonato come solista con importanti orchestre sia in Italia che all’estero, prendendo parte a numerosi festival internazionali. Attivo anche come direttore d’orchestra ha realizzato numerose produzioni sinfoniche ed operistiche. È autore di musiche di scena per numerosi spettacoli teatrali e dell’opera da camera “Tu saresti il Dottor Faust?”. La prestigiosa Universal Edition di Vienna ha pubblicato la sua trascrizione per Trio di “Purgatorio” dalla X Sinfonia di Mahler.

Carlo Palese compie gli studi fra Lucca e Parigi. Si è affermato in molti importanti concorsi nazionali ed internazionali e si è esibito in vari paesi europei e negli U.S.A. Nell’ambito della musica contemporanea è spesso interprete di opere nuove a lui dedicate. Attualmente è titolare della cattedra di pianoforte principale presso l’istituto “Luigi Boccherini” di Lucca.

Daniele Lunardini, diplomato in batteria presso il Conservatorio “Paganini” di Genova, ha iniziato l’attività professionale nel 1987 accostandosi alla musica e al teatro da camera, al minimalismo, alle musiche da film, alla musica contemporanea e al repertorio lirico, sinfonico e jazzistico. Dal 1994 collabora in qualità di percussionista e timpanista con importanti enti lirici e fondazioni lirico-sinfoniche.

Alberto Bosio, diplomato in percussioni presso il Conservatorio di Milano, ha partecipato a numerosi concorsi internazionali ed esibito per i principali festival italiani. Ha fondato insieme alla pianista venezuelana Carme Virginia Sampaolo il “Teclados Duo” che esegue musiche per marimba e pianoforte, a volte anche con l’accompagnamento di batteria e contrabbasso. Dal 2001 è docente di Strumenti a percussione presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia.

Il biglietto intero costa 12 euro, il ridotto 10 euro.

Per informazioni: Associazione Musicale Lucchese tel. 0583/469960,www.associazionemusicalelucchese.it.

loschermo

Lucca: Quartetto cameristicoultima modifica: 2012-02-25T10:31:00+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento