Livorno: Cold ironing

Claudio Passiatore per greenreport

I margini di azione per ridurre le emissioni inquinanti e migliorare l’efficienza energetica in porto ci sono e non sono affatto trascurabili. Uno dei sistemi possibili è quello del “cold ironing”, l’alimentazione a banchina della navi che oggi, quando sono ormeggiate, sfruttano i loro motori (che bruciano combustibili derivati dal petrolio). L’innovativa soluzione è già attiva in alcuni porti italiani, mentre a Livorno è solo in fase di studio.

Del “cold ironing” si parlerà a Venezia il 26 Aprile 2012, nelle strutture congressuali del Terminal Crociere, organizzato in collaborazione con Venezia Terminal Passeggeri.

La sessione di apertura inizierà con la presentazione di uno studio a cura della Princess Cruises e del porto di Vancouver, che riguarda la loro esperienza di fornitura di alimentazione da banchina sulla costa occidentale del Nord America. La Princess Cruises e` stata la prima compagnia ad utilizzare questo strumento nei porti della costa occidentale nel 2001. In virtu` di questo il direttore tecnico della Princess Cruises, Piero Susino, è divenuto l’esperto indiscusso del settore tra le compagnie di crociera appartenenti all’Ecc, grazie alla sua esperienza diretta delle sfide affrontate in tali circostanze sia dai porti che dalle navi da crociera.

Susino presenterà una panoramica delle esperienze della Princess Cruises, e Peter Xotta di Port Metro Vancouver riferirà il punto di vista del porto riguardo all’installazione iniziale e ai successivi sviluppi. I porti europei non hanno ancora investito nell’alimentazione da banchina per le navi da crociera, nonostante un numero sempre crescente stia effettuando questo investimento per i traghetti. Bent Olof Jansson di Copenhagen Malmo Port parlerà delle ricerche e delle valutazioni condotte sul costo e sull’efficacia dell’installazione dell’alimentazione da banchina per le navi da crociera.

Francesco Balbi di MSC Crociere affronterà le opinioni delle compagnie di crociera appartenenti all’ECC riguardo all’installazione dell’alimentazione da banchina nei porti europei. Una questione critica è la disponibilità di energia sicura e il suo costo. Malina Kolenshanska della Dg Taxud della Commissione Europea interverrà sugli aspetti fiscali dell’alimentazione da banchina per le navi da crociera. Inoltre, rappresentanti dell’ industria energetica presenteranno la propria opinione riguardo a questo prodotto, considerato allo stesso tempo una sfida e un’opportunità.

Una delle possibilità per dare energia alle navi, è quella dell’uso del gas naturale liquefatto (Gnl), una tecnologia che eventualmente potrebbe sfruttare anche l’impianto Olt in via di realizzazione al largo della costa livornese. Fred Danska di Wartsila presenterà le ultime opinioni riguardo a questa potenziale alternativa. La conferenza vedrà la partecipazione di una vasta gamma di stakeholder, inclusi i porti, le compagnie di crociera, i fornitori di attrezzature e l’Unione Europea.

Livorno: Cold ironingultima modifica: 2012-04-13T19:01:40+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento