Livorno: La Barcarola

Entri e vieni avvolto dal calore della storia, una storia familiare per lo più, che però si intreccia con quella patria e ne segue l’evoluzione.

E’ questa La Barcarola di Livorno, il locale prediletto per i buongustai del pesce fresco. Una gallinella all’acqua pazza qui è una sinfonia di profumi e aromi, dove però il mare resta sempre protagonista.

A cominciare dagli antipasti è un diluvio di pesce, con tanti diversi assaggi, caldi e freddi, che faranno felici anche i palati più esigenti. Per i meno schizzinosi consiglio di proseguire anche con le cruditè di mare, pesce crudo, freschissimo, dove il re, almeno per il sottoscritto, è lo scampo da degustare al naturale.

Varia e attenta a tutte le esigenze la selezione dei primi, dai tradizionali spaghetti alle vongole fino ai gnocchetti all’astice.

All’acqua pazza, sotto sale, al forno con le patate. Una cucina di pesce semplice ma che esalta la materia prima, scelta con cura dal proprietario. Naturalmente non posso citare il gratain, uno dei miei piatti prediletti quando decido di concedermi una scorpacciata di pesce.

Una selezione di ottimi vini può accompagnare queste prelibatezze, tanto bianchi quanto rossi.

Il rosso sul pesce? E’ meglio non provocare Beppe Mancini sull’argomento. Può dissertare per ore, in particolare se aggiungete la parola magica: Cacciucco.

La Barcarola e Cacciucco sono un tutt’uno. Non è solo una zuppa, riduttivo e semplicistico definirla così. E’ un piatto forte, ricco, saporito e completo. A tutto pasto una porzione generosa di Cacciucco, accompagnata da un rosso giovane e fresco, può render felice anche il palato più raffinato.

Di palati esigenti ne ha serviti Beppe Mancini: il Papa nel 1986 e il Presidente della Repubblica Ciampi nel 2001.

Eccessivo dire che La Barcarola ha fatto la storia ma certamente un po’ di storia è transitata per La Barcarola fin dal 1935 quando da commercianti di vino Dante Brogi e Virginia Bartoli diventarono osti. Lo stesso nome “La Barcarola” è in ricordo della bellissima pagina musicale che il Maestro livornese Pietro Mascagni compose nella sua opera “Silvano”.

Ecco allora che per entrare a La Barcarola bisogna essere disposti a farsi avvolgere da un’atmosfera amicale, schietta. Perchè qui il pesce si serve solo come Beppe comanda.

 

Ristorante La Barcarola

Viale Carducci, 39 – Livorno

Chiuso la domenica

http://www.labarcarola.it

di Alberto Grimelli per teatronaturale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Livorno: La Barcarolaultima modifica: 2012-04-28T09:18:51+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento