Massa: Geremiade degli albergatori

I problemi del turismo nella nostra realtà comprensoriale sono notevoli, profondi, di varia entità e soprattutto di difficile soluzione per un assenza pressoché costante delle amministrazioni che si sono susseguite alla guida della città dalla dismissione “fine anni 80” della zona industriale in poi
La qualità delle acque, l’erosione, la mancanza di infrastrutture, la carenza di strumenti urbanistici, sono un elenco della spesa che ci trasciniamo da anni e che puntualmente in odore di scadenze elettorali vengono di nuovo poste all’attenzione.
Si pensa così alla creazione di tavoli che forse sarebbe più giusto usare per le scampagnate di questa pazza primavera.
In tale direzione leggiamo la richiesta formulata da altre associazioni del territorio “Agepark, Riviera Apuana, Confesercenti” d’ istituzionalizzare questi strumenti di confronto forse, sollecitati proprio dall’amministrazione comunale magari per un nuovo look, in vista delle elezioni del 2013.
Pur di raggiungere l’obiettivo si arriva a una specie di gioco delle parti, criticando proprio l’amministrazione perché non istituzionalizza tale confronto.
Altra questione sono gli studi e le analisi in campo turistico ed in questo caso noi crediamo che le sedi per gli stessi esistono già a livello istituzionale e vanno ricercati nella casa comune delle aziende come sa bene anche il presidente delle Confesercenti e non vanno confuse data l’eccellenza con altre soluzioni.
Quello che veramente manca e su questo vorremmo avere il conforto degli altri colleghi è il disinteresse assoluto della politica su questi argomenti.
Quello che occorre veramente non sono tavoli ma stimoli nuovi capaci di rifar ragionare finalmente la politica tutta “ maggioranza ed opposizione” sul ruolo e la validità del turismo nel nostro comune, che è stato ed è una buona fetta di pil circa il 10%
Il turismo ha offerto ed offre, occupazione circa 5000 posti di lavoro ed è ed è stato un forte ammortizzatore sociale che ha ricevuto in cambio poco o nulla.
Occorre quindi una linea di netta diversità rispetto al passato.
Lavoriamo affinché la prossima amministrazione attraverso nuovi protagonisti che devono anche venire dal nostro settore “ Alberghi, stabilimenti balneari, campeggi, attività commerciali” possono permettere un reale cambiamento in termini di politica turistica a tutto campo, affinché le aziende possano trovare veri stimoli per continuare ad investire e credere nel territorio.
Su questi argomenti le categorie devono confrontarsi e cercare unità d’intenti solo uniti possiamo svolgere un ruolo da protagonisti e non di spettatori per un settore che rimane una delle poche materie prime che il territorio può offrire.

antenna3

Massa: Geremiade degli albergatoriultima modifica: 2012-05-04T16:32:23+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento