Lucca: MUST

Lucca avrà il suo museo. La giunta municipale ha infatti deliberato il progetto con le ultime integrazioni, che vede la nascita del MUST – acronimo che sta per Memoria Urbana Storia e Territorio: un museo moderno che risponde all’esigenza di offrire a un vasto pubblico immagini e testimonianze della storia di Lucca, lungo un percorso che inizia dall’età più antica sino alle soglie del XXI secolo.

“Uno spazio – sottolinea il sindaco Mauro Favillache supera il concetto storico di museo cittadino e in linea con le più moderne soluzioni internazionali di rappresentazione degli spazi urbani, il complesso è concepito come spazio narrativo che illustra le principali caratteristiche del contesto urbano e territoriale, nonché le sue trasformazioni nel tempo. I reperti e gli oggetti che saranno esposti verranno contestualizzati in ambienti virtuali e attraverso simulazioni tridimensionali, concepiti e realizzati per documentare con chiarezza per leggere l’evoluzione e l’avvicendamento dei principali avvenimenti della storia della comunità lucchese e quindi interpretare le trasformazioni significative che nel corso dei secoli hanno caratterizzato non solo la mirabile città murata ma tutto il territorio”.

“Un museo pensato non solo per i turisti, ma anche per i cittadini, per le scuole per far acquisire a tutti maggiore consapevolezza della nostra città, della sua storia. Il progetto – sottolinea Donatella Buonriposi, assessore comunale con delega agli Archivi, Musei e Biblioteche – mira a far conoscere un patrimonio di civiltà unico al mondo e a guidarne la visita nei luoghi dove tale patrimonio si trova collocato rendendone più comprensibili i valori esemplari sia dal punto di vista didattico, che della fruizione efficace di un turismo sostenibile ed informato, che del consolidamento della coscienza civica per servire alle scelte contemporanee e future. Tradizione e innovazione tecnologica procederanno quindi assieme lungo gli ambienti suggestivi del Palazzo Guinigi, restaurato appositamente, simbolo di epoche eccellenti della storia della città”.

Il progetto, concepito da una prima equipe di studiosi, è risultato terzo nella graduatoria per l’assegnazione dei fondi regionali di cui al Programma pluriennale degli interventi strategici nel settore dei beni culturali, per gli anni 2006/2008 e quindi co-finanziato dalla Regione Toscana con la partecipazione del Comune e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

loschermo

Lucca: MUSTultima modifica: 2011-05-11T08:53:05+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento