Firenze: Olga Pavlenko


 

Il progetto di Pietro Gagliano’ e’ articolato in un ciclo di incontri per presentare al pubblico il lavoro di alcuni giovani artisti attivi in Toscana e nel resto d’Italia. Il nuovo appuntamento e’ con l’artista ucraina con base a Firenze da alcuni anni. Pavlenko, utilizzando diversi media, dalla pittura al video, dalla fotografia alla performance, indaga gli spazi di liminalita’ tra la realta’ e la possibilita’ di narrarla. Lo stesso uso degli strumenti di volta in volta adottati fornisce lo spunto per originali riflessioni sul ruolo dell’autore, come testimoniano le sue esperienze di creazione collettiva, e sulle possibilita’ del linguaggio. Tutti i suoi lavori sono percorsi da una sensibile affezione per la memoria (sia essa storica o personale, dolcemente intima e familiare o dolorosamente connessa a eventi tragici) e dall’interesse per la plasticita’ dell’oggetto della narrazione. Olga Pavlenko e’ nata a Kherson, in Ucraina, nel 1982. Dopo la laurea in Giurisprudenza conseguita a Kiev si e’ trasferita a Firenze dove ha proseguito gli studi artistici all’Accademia di Belle Arti. Nel febbraio 2009 fonda insieme ad altri 9 artisti il collettivo .LAB, laboratorio di sperimentazione e confronto su temi legati all’arte e alla cultura contemporanea. Ha partecipato a numerosi progetti e mostre, tra cui Carta bianca (Museo di Villa Croce, Genova, 2012) Un Secondo Lungo Un Mese (solo show, SRISA Project Space, Firenze 2012), Nel Fiume in Piena (MAC’N, Monsummano Terme, 2011), Ether Sides (Fabbrica Europa, Firenze, 2011), Open Studios, progetto di CCC Strozzina Firenze, The Wall (archives) (Firenze, Roma, Bologna, Lecce 2010-2012) e altri. Dalle ore 18.30 (immagine: Memorie preziose, 2009. Still da video, courtesy dell’artista).

undo

Firenze: Olga Pavlenkoultima modifica: 2012-04-27T09:20:33+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento