Firenze: Fabbrica Europa

 

 
 

Matteo Marangoni, Speaker Botz, 2012
 
A cura di Letizia Renzini e Valentina Gensini, da giovedì al prossimo 13 maggio la stazione Leopolda di Firenze, sarà invasa dal festival dedicato alla sperimentazione “post-elettronica” promosso dalla Fondazione Fabbrica Europa per le Arti Contemporanee.
 
A partire da un tributo a John Cage, la kermesse mira a rilevare l’identità contemporanea di artisti tra i più disparati ma accomunati dall’uso poetico delle nuove tecnologie, in una serie di opere ibride che mischiano la musica con le arti visive, gli spazi architettonici con la performance e la tecnologia si integra con il corpo, i suoi movimenti e la voce.
E così gli incroci tra arti visive e musica, tra sound art come pensiero del suono nello spazio, diventano il soggetto di un’indagine inedita, volta a presentare un panorama di esperienze contemporanee all’insegna di nuove forme di sperimentazione. Arno Fabre riempie il foyer della Leopolda con un “concerto” di automi che “suonano” a ciclo continuo, mentre l’artista  svizzero Zimoun, attraverso centinaia di bacchette, collegate ciascuna a un motorino che imprime loro un moto oscillatorio, ci invita a esperire la dimensione fisica e vibratile del suono. Ronald Van der Meijs, dall’Olanda, sperimenta il suono organico della crescita di un cetriolo in una composizione per tre quadri sonori, attraverso la traduzione in vibrazione sonora del “rumore” del vegetale.
 
Poi vi sarà ancheEchò Moiré, un’opera-balletto dell’italiano Matteo Marangoni, dove i protagonisti sono una coppia di altoparlanti mobili robotici che suonano la stanza in una drammatizzazione scenica della pratica compositiva acusmatica, ovvero da ascoltare attraverso altoparlante, mentre La Chambre des Machines dei canadesi Nicolas Bernier e Martin Messier propone un concerto per macchine musicali autocostruite e testimonia nuovi percorsi attorno alla dicotomia, sulla base degli studi di Cage, suono/rumore, coniugando beat digitale e sostenibilità, gesto e composizione. 
I restanti eventi legati al Festival sono anche alla Strozzina e al Teatro della Pergola, alle Murate e all’Istituto di Cultura Francese di Firenze. Tutte le info sul programma al sito www.ffeac.org
 
exibart
 
Firenze: Fabbrica Europaultima modifica: 2012-05-01T10:11:55+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento