Ponte a Egola (PI): Palio del cuoio

 

Fino al 5 luglio 2009 torna a Ponte a Egola, frazione di San Miniato – Pisa – il Palio del Cuoio, una tradizione che si svolge in dieci giorni di manifestazioni in concomitanza quest’anno con la seconda edizione della Sagra della Bruschetta e ciccia alla brace.

La Corsa dei Caratelli (domenica 5 luglio) è il momento più entusiasmante, in cui in pochi minuti si concretizza tutta la preparazione di un anno, momento che i Caratellisti di ogni rione hanno raggiunto con grandi sacrifici e allenamenti.

Perchè in questa corsa non basta avere forza, particolari doti fisiche o velocità, è il fattore emotivo che incide molto. Infatti basta un’incertezza per sbagliare a far sì che il caratello vada a finire sulle presse che delimitano la corsia, rendendo imbrobabile un recupero e vano ogni sforzo per rimediare l’errore fatto. Dal 2000 ( 13° Palio ) partecipano ache i bambini ed i ragazzi nelle categorie ‘minicaratello‘ e ‘caratello intermedio’, ognuna con il proprio caratello.

Il caratello usato per la gara in cui si assegna il Palio è una botte di legno di circa 80 kg, in cui un tempo, nelle concerie, si conservava il tannino. I caratellisti, sei per rione, si giocano la conquista del Palio, ingaggiando una sorta di corsa a staffetta, spingendo il caratello su un percorso rettilineo di 117 metri, da ripetere appunto sei volte. Vince chi per primo porta a termine la gara correttamente.
 
Il paese è ‘diviso’ in sei rioni tenendo conto della storia e dei toponimi che tuttora caratterizzano le varie zone di Ponte a Egola, ed a ciascuno di essi è stato assegnato un colore. I rioni sono cinque: Giuncheto (bianco-rosso) – Il Ponte (bianco-giallo) – Le Fornaci (bianco-celeste) – Leporaia (bianco-verde) – Tognarino (bianco-arancio).

saimicadove


Ponte a Egola (PI): Palio del cuoioultima modifica: 2009-06-30T16:39:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento