Montalcino (SI): Il Brunello ora è libero

“Il Brunello di Montalcino ha riconquistato l’America. Con la firma di oggi abbiamo ristabilito condizioni di normalità commerciale per gli esportatori di vino a DOCG -Denominazione di origine controllata e garantita – Brunello di Montalcino verso gli Stati Uniti e restituito a questa eccellenza enologica il rango che le apparteneva tra i prodotti del nostro patrimonio agro-alimentare”.

Cosi’ il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, ha espresso soddisfazione per la firma del Decreto con il quale si stabilisce che, a decorrere dal 1 maggio 2010, non è più necessario disporre di una apposita dichiarazione di conformità del Governo italiano per commerciare oltre oceano il vino Brunello di Montalcino.

A partire dal 23 giugno 2008, infatti, si era reso necessario, per specifica richiesta delle autorità statunitensi, rilasciare da parte dell’Ispettorato Centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari e repressione frodi – ICQRF – Ufficio di Firenze attestazioni di conformità dell’annata e del marchio ai requisiti del disciplinare di produzione per tutte le partite di vino DOCG Brunello di Montalcino dirette negli Stati Uniti.
La certificazione aggiuntiva dell’Ispettorato per il controllo della qualità era stata introdotta quindi per rassicurare i mercati e in particolare quello Usa che assorbe il 25% dei 7 milioni di bottiglie di Brunello prodotte ogni anno. Con il decreto di Galan viene meno questa costosa procedura burocratica.

Con successiva determinazione del 29 marzo 2010 le autorità statunitensi hanno ritenuto non più necessaria la certificazione di accompagnamento per l’importazione del vino DOCG.

Intanto, entra nella fase finale l’indagine della Procura senese. Proprio nei giorni scorsi, infatti, i Pm hanno richiesto il rinvio a giudizio per 6 dei 17 indagati inizialmente coinvolti dall’inchiesta. Per i legali rappresentanti di due aziende, due enologi e per altrettanti dirigenti del Consorzio di tutela è stato infatti richiesto il giudizio per reati che vanno dal falso ideologico alla vendita di sostanze non genuine, fino alle false informazioni al pubblico ministero. L’udienza davanti al Gup di Siena è prevista per il 17 settembre.

C. S. perTeatro Naturale 

Montalcino (SI): Il Brunello ora è liberoultima modifica: 2010-05-01T08:55:14+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento