Prato: Stati generali del turismo FI-PO-PT

Faranno il punto sulle strategie di programmazione e di promozione del turismo per i prossimi tre anni gli Stati generali del Turismo, ma la novità è che Firenze, Prato e Pistoia si muoveranno insieme, grazie all’accordo siglato qualche settimana fa che individua nell’area metropolitana il bacino di offerta e di proposta ideale per catturare il turista fino al 2012. Tre province e quattro Apt (Firenze, Prato, Pistoia-Abetone-Montagna Pistoiese, Montecatini Terme-Valdinievole) saranno dunque gli attori che metteranno a punto il cartellone di iniziative (con obiettivi ben precisi) per dare gambe all’accordo anche con l’appuntamento pratese, gli Stati generali del Turismo, in programma per l’8 luglio a Prato, al Museo del Tessuto.

Province, Apt, operatori e associazioni dell’area metropolitana saranno tutti a Prato per mettere in fila le iniziative che promuovano in Italia e all’estero tutta l’area metropolitana – spiega l’assessore al Turismo della Provincia di Prato Antonio Napolitano – Nei prossimi anni dunque Prato non si muoverà da sola, la promozione del nostro territorio e soprattutto dei prodotti turistici già scelti dall’accordo, sarà amplificata dal tandem con Firenze e Pistoia, anche agli appuntamenti fieristici italiani e stranieri”.

Il punto di partenza dell’accordo è proprio il consolidamento della governance metropolitana perché interlocutori di livello locale e sovralocale (pubblici e privati, rappresentanti delle categorie e della società civile) interagiscano per condividere strategie e selezionare priorità in una prospettiva di medio-lungo periodo dello sviluppo.

Già individuate anche le priorità, sei segmenti turistici su cui la strategia metropolitana verrà messa alla prova con l’obiettivo di vendere il prodotto più che la destinazione turistica. Anzitutto gli itinerari etruschi e dell’arte contemporanea comuni ai tre territori provinciali, con una sottolineatura per il lancio del sito di Gonfienti. E poi turismo scolastico, sportivo e ambientale, congressuale, termale e turismo accessibile con le problematiche dei turisti diversamente abili e della sostenibilità ambientale.

La strategia intende aggredire in modo mirato il mercato italiano, ma anche i mercati turistici europei della Germania, del Regno Unito e del nord Europa (Scandinavia e Benelux), del nord America (Usa e Canada), e quelli emergenti (Cina, India). Le tre Province insieme parteciperanno alle fiere di Goteborg (Svezia), Madrid e Mosca e per la prima volta affronteranno l’est europeo. Mentre in ambito nazionale già da settembre partiranno delle iniziative di viral marketing (o non convenzionale) nelle grandi città del nord Italia.

IL PROGRAMMA DELL’8 LUGLIO – I lavori al museo Pecci cominceranno alle 9.45 con i saluti del presidente della Provincia Lamberto Gestri a cui seguiranno gli interventi di Cristina Scaletti, assessore al Turismo della Regione Toscana, con La programmazione regionale 2010-2015, di Giacomo Billi, assessore al Turismo della Provincia di Firenze, con Verso un Piano strategico turistico di area metropolitana e Antonio Napolitano, assessore al Turismo della Provincia di Prato, che parlerà su Prodotti turistici di riferimento e mercati prioritari. Una strategia condivisa. Quindi Federica Fratoni, presidente della Provincia di Pistoia, interverrà con Drivers del turismo in Toscana. Prospettive 2010-2012, mentre il presidente della Camera di Commercio Carlo Longo interverrà su Il brand Made in Tuscany per lo sviluppo dell’area metropolitana e Elena David, presidente dell’Associazione Italiana catene alberghiere affronterà il tema La governance del turismo: un limite allo sviluppo industriale del turismo? A concludere la mattinata gli operatori del turismo delle tre province. Nel pomeriggio comincerà Mirco Lalli, responsabile marketing e comunicazione della Fondazione Sistema Toscana, con Social Media e Turismo: nuovi mercati, nuove opportunità, sarà poi la volta di Ermanno Bonomi della Regione Toscana con Il web 2.0 per il turismo e del giornalista Francesco Oriolo con Il territorio non è una scatola di biscotti. Seguiranno Alessandro Tortelli, direttore del Centro Studi Turistici di Firenze, che parlerà di Un capitolo nuovo per il turismo dell’area metropolitana e la seconda parte dell’intervento del coordinamento delle Apt di area metropolitana con Accoglienza, prodotto, mercati per il periodo 2010-2013. Le conclusioni, alle 18, sono affidate all’assessore Antonio Napolitano.

 
Prato: Stati generali del turismo FI-PO-PTultima modifica: 2010-07-01T12:55:05+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento