Empoli (FI): Artigianato molecolare

La realizzazione di una casa dalla A alla Z. Undici imprese artigiane che si mettono insieme per lavorare e trasformarsi in un’unica grande realtà capace di rispondere a qualsiasi esigenza del cliente: chi deve progettare gli interni della propria abitazione, chi deve ristrutturare, chi ha voglia di rinnovare un ambiente, una camera, chi ha bisogno di rammodernare, chi vuol installare un impianto ad energia rinnovabile, una nuova tinteggiatura, le tende più belle, mettere il parquet, ridisegnare il proprio habitat, cercare nuove soluzioni di arredamento.

Una cosa per volta e tutte insieme. Il progetto ‘Domani… E’ un’altra casa’ risponde a tutte queste infinite esigenze.

E l’idea è davvero semplice quando innovativa. La campagna di comunicazione è affascinante, si parla di ‘Artigianato Molecolare’.

Un’espressione presa in prestito dalla chimica per far capire che – come spiega Massimo Mecca, dell’agenzia Negligé di Empoli, curatrice del lancio mediatico dell’iniziativa – “undici artigiani ed esperti del settore hanno unito le loro esperienze e competenze perché l’unione fa la forza e perché in questo periodo di crisi lavorare insieme, fare gruppo, fare sistema alla fine porta vantaggio. Come degli elementi chimici che si aggregano, queste persone che lavorano quotidianamente da anni, si sono avvicinate, sotto il patrocinio della Confederazione Nazionale Artigiani, e hanno progettato un’esperienza davvero particolare. Tante realtà coesistono e creano una nuova sostanza fatta di competenza,esperienza e voglia di esaudire i desideri dei propri clienti. Strutturati come una molecola, le singole aziende compongono il gruppo, l’eccellenza. Questo è il significato del logo adottato dal gruppo di artigiani che hanno dato vita, dal nulla e in pochi giorni, a questo progetto, che si propongono insieme, che non sono solo produttori, ma “organizzazione e lavoro di squadra”. Il logo rappresenta la molecola che in fisica significa mole “piccola quantità” ma uniti da un legame diventano i costituenti fondamentali”.

Come spiegano Alberta Bagnoli, vicepresidente della CNA Empolese Valdelsa, e gli architetti Mita Gambacciani e Patrizio Arrighi dell’Atelier Design, “è stato pensato un servizio ‘chiavi in mano’ per qualsiasi bisogno. Un prodotto completo e ben fatto. Il tutto legato a un concetto che riporta l’ispirazione a Palazzo Davanzati, dove, ad opera di un antiquario, nei primi anni del 1900 veniva riprodotta “La casa Fiorentina Antica” con arredi di stile trecentesco, tra medioevo e rinascimento. Il Palazzo veniva visitato da collezionisti e viaggiatori  che prendevano spunto dai meravigliosi arredi, per arredare le loro abitazioni private. Questo gusto, tutto nostro, neorinascimentale, riuscì ad influenzare il nuovo continente esportando così la nostra cultura e la nostra estetica”.

Ecco, oggi viene proposto un nuovo progetto che  vuole essere l’inizio di un percorso che,

anche se limitato per dimensioni, non certo paragonabili a Palazzo Davanzati, vuole assumere il significato di quella cultura estetica che ci appartiene, che il tempo fa maturare ma mantiene le  stesse basi culturali che sono state il filo conduttore della nostra civiltà, nel pieno rispetto dei bisogni materiali e spirituali delle persone, del loro rapporto e legame con i luoghi di vita e di comunicazione.

 Ecco dunque domani pomeriggio, sabato 23 ottobre alle 17, l’inaugurazione di una vera e propria vetrina, uno showroom ospitato nella Corte dei Mestieri (non poteva essere altrimenti), sulle terrazze del Centro*Empoli Coop.

“Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa che ospitiamo con grande soddisfazione e curiosità – dice Alessandro Profeti, direttore del centro commerciale – e invito tutti a venire a visitare le eccellenze artigiane che trovano spazio nella corte”.

Una vera e propria mostra delle opere realizzate dagli undici artigiani, un appartamento di 100 metri quadrati davvero bello e dotato delle ultime e più qualitative innovazioni nell’arredamento, impiantistica, domotica, cartongesso, tinteggiatura, accessori e altro.

“Un invito a ripercorrere il senso della bellezza e della sua percezione, attraverso l’esposizione di manufatti, i diversi linguaggi di chi li produce – dice l’architetto Gambacciani”.

gonews

   

Empoli (FI): Artigianato molecolareultima modifica: 2010-10-23T15:52:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento