Rimini: Alla scoperta della città e di Castel Sismondo

Rimini apre le porte al turismo culturale. Città dinamica, incline al cambiamento, ma soprattutto pronta ad accogliere nuove tendenze, torna ad alimentare quell’eclettismo che da sempre la caratterizza e la rende riconoscibile in tutto il mondo. Si riscoprono così le tradizioni locali, valorizzando l’autenticità dei luoghi, ma soprattutto cogliendo il crescente interesse a livello internazionale per il turismo sempre più attento a nuove esperienze culturali.

Oltre 200.000 visitatori sono stati a Rimini lo scorso anno, attratti dalle celebri mostre organizzate a Castel Sismondo da Linea d’Ombra, che quest’anno propone in esclusiva un programma ricco di novità e articolato in due mostre dal titolo “Parigi. Gli anni meravigliosi. Impressionismo contro Salon” e dell’attesissima “Caravaggio e altri pittori del Seicento. Capolavori dal Wadsworth Atheneum di Hartford” (dal 23 di ottobre al 27 marzo 2011).

 
La mostra dedicata agli Impressionisti ripercorre il periodo d’oro dell’arte parigina del diciannovesimo secolo, che richiamava nella capitale francese tutti i principali pittori d’oltralpe e moltissimi provenienti da tutta Europa e  dagli Stati Uniti. La secondo mostra, “Caravaggio e altri pittori del Seicento. Capolavori dal Wadsworth Atheneum di Hartford”, continua la recente tradizione di portare a Rimini i grandi capolavori di alcuni importantissimi musei statunitensi, come il celeberrimo dipinto di Caravaggio intitolato “L’estasi di San Francesco” realizzato alla fine del XVI secolo dall’artista italiano. Sono esposte nella stessa cornice anche altre importanti opere realizzate da autori italiani ed europei tra cui Cigoli, Morrazzoni, Zurbaran, Le Sueur e Sweerts che hanno tratto ispirazione da Caravaggio e dai suoi magnifici dipinti.
Il ricco programma si estende fino alla Repubblica di San Marino, che in concomitanza col le due mostre di Castel Sismondo, ospita a Palazzo Sums una mostra di approfondimento sul periodo della pittura impressionista dal titolo “Monet, Cézanne, Renoir e altre storie di pittura in Francia”.

 
Un’opportunità imperdibile per il turista leisure e business, che viene a Rimini per la prima volta o che ci ritorna, perchè a partire dalle mostre sopra descritte, potrà spingersi oltre, scoprendo un servizio di accoglienza strutturato per conoscere il prezioso, quasi inaspettato patrimonio storico-artistico della città.

 

L’Amministrazione comunale ha avviato, infatti, un progetto per garantire all’ospite un’accoglienza efficiente e organizzata, mettendo a disposizione il RiminiCityPass, uno strumento che offre una serie di riduzioni e servizi per accedere al Museo della città, ai musei comunali, alla Domus del Chirurgo e al centro storico di Rimini.
Il kit, in vendita al pubblico al costo di 5 euro, contiene anche una speciale mini-guida agli itinerari storico artistici della città: il percorso romano, il percorso medievale e rinascimentale e il percorso del ‘600. Quest’ultimo itinerario in particolare è stato introdotto proprio in occasione dell’esposizione “Caravaggio e altri pittori del Seicento” col fine di valorizzare testimonianze ancora vive nella città e le opere pittoriche custodite nel museo che portarono il critico Francesco Arcangeli a definire Rimini “una Piccola Siviglia (…) città caravaggesca, nelle terre dell’Emilia Romagna.”

 

Per informazioni sulle mostre: tel.: 0422/429999 (orari 9-13.30 e 14.30-18) e sitoweb: www.lineadombra.it
 
Per informazioni sul RiminiCityPass: www.riminicitypass.it

Rimini: Alla scoperta della città e di Castel Sismondoultima modifica: 2010-11-18T18:47:34+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento